Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Catania "La Partita" 37 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Inter: sei davvero da scudetto?

Contro il Catania, Stramaccioni gioca a carte scoperte

di Emanuele Tramacere

 Finalmente ricomincia il campionato. Dopo due settimane di “magna-magna”, parole al vento e “fumo-fumo” (senza arrosto) toccherà finalmente al campo stabilire dove ha preso casa la verità. Ben venga, sia chiaro, l'entusiasmo per la vittoria di squadra nel tanto chiacchierato derby. Tre punti conquistati contro la rivale di mille battaglie, sudando dieci camicie e con un uomo in meno per più di 40 minuti dà euforia all'ambiente e compatta lo spogliatoio. Ciò che può essere controproducente, tuttavia, sono i proclami scudetto espressi in questi 15 giorni. Ecco, quindi, che riscende in campo il campionato. L'Inter colorerà San Siro di nerazzurro dopo il grigiore proposto da una pur bella Nazionale. L'avversario non è di quelli da sottovalutare e, proprio per questo, potrà e dovrà essere la conferma, sul campo, delle belle parole espresse durante la sosta. Il Catania dell'esordiente Maran,11 punti in campionato a 4 lunghezze dai nerazzurri, è una squadra tosta, costruita su una spina dorsale italiana che abbina qualità ad esperienza (l'asse Lodi-Legrottaglie è il punto di partenza di tutte le azioni offensive etnee) accompagnata dalle verticalizzazioni e dall'imprevedibilità degli argentini Gomez–Barrientos–Bergessio. Stramaccioni, dalla sua, recupera al 100% tutti i suoi effettivi più importanti (lungodegenti e Sneijder esclusi) e avrà l’imbarazzo della scelta soprattutto nel tandem offensivo. Alle spalle di Antonio Cassano e di quelle dell’insostituibile Diego Milito, infatti, scalpita un ritrovato Rodrigo Palacio. Vedere contro questo Catania un tridente estremamente offensivo può essere soltanto controproducente e la staffetta a partita in corsa potrà essere l’unica soluzione ipotizzabile. Se le parole di Cassano hanno animato e riscaldato (con quattro giornate di anticipo) il futuro “derby d’Italia” rinvigorendo l’orgoglio nerazzurro, sottovalutare l’impegno contro gli etnei potrebbe rivelarsi inopportuno in una giornata più che positiva dal punto di vista delle avversarie. Sì, perché portare a casa il bottino pieno contro il Catania equivarrebbe a guadagnare punti su almeno una delle tre dirette rivali nella corsa alla qualificazione in Champions League. I precedenti a San Siro fra le due formazioni sono estremamente a favore dei nerazzurri, con 15 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta, ma ciò che potrebbe preoccupare è l’incredibile tendenza, negli ultimi 6 incontri, alla realizzazione di almeno un gol da parte di entrambe le formazioni. Stramaccioni punterà fortemente sulla nuova e consolidata difesa a 3 sfruttando le qualità fisiche di Juan Jesus, ma, soprattutto, cercando di risollevare il morale di un Andrea Ranocchia sballottato, in questi 15 giorni, fra il mancato coinvolgimento nello schieramento tattico di Prandelli e paginate rosee incentrate sul calcioscommesse. Aspettando il verdetto del campo, la magia di Stramaccioni prosegue il suo corso mal celando quella parola sciagurata che tanto è costata a Claudio Ranieri dopo il derby conquistato lo scorso gennaio. Quella parola, “scudetto”, che solo fra 4 giornate potrà essere nuovamente tirata in ballo; perché l’Inter affronterà la Juventus, e, fino ad allora, ci limiteremo ad affermare “scudetto de che”?


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.