Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Pozzovivo -il personaggio-
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Pozzovivo, la battaglia nel sangue

L’alfiere della Colnago-CSF Inox solo per sfortuna non è riuscito a conquistare una vittoria di prestigio

di Luigi Sada

Per poco non vince il Lombardia. Arriva sesto alle spalle di Basso a una manciata di secondi dall’elvetico Zaugg, sfilato sul traguardo di Lecco davanti a Martin e Rodriguez e ancora una volta dimostra di essere uno dei corridori più combattivi delle due ruote. Domenico Pozzovivo, da Policoro, è un lucano DOC a cui non manca il coraggio, se è vero che anche sul Ghisallo e sullo strappo finale di Villa Vergano è risultato uno dei protagonisti della corsa con scatti e controscatti che lo hanno proiettato in più di una circostanza verso lo striscione d’arrivo. “Ho fatto solo il mio dovere – fa rimarcare il corridore della Colnago-CSF Inox – perché quando c’è da pigiare sui pedali io non mi tiro mai indietro”. La stagione di Pozzovivo è stata un po’ amara di risultati, tuttavia per le sue caratteristiche e per la voglia di far bene risulta uno dei più apprezzati atleti del settore. La storia di Pozzovivo comincia fra i dilettanti sette anni fa con la Vellutex prima e con la Zalf poi. Conquista ottimi piazzamenti fra i quali secondo posto al Giro della Valle d'Aosta e il quarto nel Campionato del mondo a Verona nella categoria Under 23. Nel 2005 passa professionista firmando per la Ceramiche Panaria-Navigare. Si classifica quinto  al Giro dell'Appennino, quindi viene selezionato per il Giro d'Italia dove, però, è costretto al ritiro per una caduta. Era tra i primi venti in classifica generale. Pure l’anno successivo è poco fortunato a causa di un nuovo incidente al Giro del Trentino, in cui si frattura la clavicola e di conseguenza è costretto a un nuovo periodo di stop forzato. Ma Pozzovivo non si arrende. Nel 2007, grazie al terzo posto conquistato nella Settimana Ciclistica Lombarda, si guadagna l’accesso in  squadra al Giro d'Italia. Nonostante la giovane età, disputa una corsa all’avanguardia in perfetto appoggio al proprio capitano Emanuele Sella e arriva al traguardo finale di Milano in diciassettesima posizione. Nel 2008 resta nell'entourage di Bruno e Roberto Reverberi alla CSF Group-Navigare e le sue prestazioni migliorano progressivamente. In aprile, infatti, conclude in terza posizione al Giro del Trentino e il mese successivo, al Giro d'Italia, ottiene diversi piazzamenti mettendosi in luce soprattutto in salita dove in più di un'occasione prova a staccare i favoriti della corsa riuscendoci nella quindicesima frazione dove in vetta al Passo Fedaia coglie un prestigioso secondo posto alle spalle del compagno di squadra Emanuele Sella. Nelle tappe successive si difende alla grande concludendo  la corsa rosa in nona posizione,  risultato che lo fa entrare nella storia come primo ciclista della Lucania a terminare nelle prime dieci posizioni della competizione a tappe più importante d’Italia. Nell'aprile del 2010, dopo essersi laureato in economia aziendale, disputa un buon Giro del Trentino, vincendo la quarta tappa, e al Giro dell'Appennino transita per primo sul Passo della Bocchetta per poi piazzarsi secondo dietro al croato Robert Kiserlovski. Il resto è storia d’oggi.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.