Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Partizan "Europa League"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

BRACCIO DI FERRO

Laura Tangari

 Braccio di ferro fra Inter e Rubin Kazan nel Gruppo H della Europa League. La squadra di Stramaccioni è al comando della classifica  a quota quattro insieme alla formazione russa, che a sua volta, dopo il bel pareggio di San Siro con l’Inter, ha messo sotto a Kazan il Partizan Belgrado, avversario dei nerazzurri stasera, col classico risultato di 2-0. I serbi, in effetti, non sembrano dei fenomeni se è vero che nel turno inaugurale casalingo non sono andati al di la dello 0-0 con gli azeri del Neftci, quest’ultimo battuto dai ragazzi di Stramaccioni il 4 ottobre scorso sul proprio terreno con un secco 3-1. Il girone, insomma, risultati alla mano, non sembra tabù per l’Inter, anche se bisognerà tenere gli occhi aperti nel match del prossimo 22 novembre quando i nerazzurri faranno visita al Rubin in Russia. Lo spavento di San Siro nella gara della prima giornata col Kazan, rimessa in sesto grazie al pareggio siglato da Nagatomo in pieno recupero, sembra ormai acqua passata ma è logico che ogni perplessità o dubbi vari sollevati in passato possono essere allontanati definitivamente stasera se Cassano e compagni faranno bottino pieno col Partizan che attualmente divide l’ultimo posto in classifica con il Neftci oggi impegnato a Baku col già citato Rubin Kazan. Sicuramente un successo dei russi con gli azeri e quello dell’Inter con i serbi toglierebbe definitivamente di mezzo Partizan e Neftci concedendo semaforo verde alle due capolista verso il passaggio del turno. Capovolgendo il terreno di gioco in occasione delle gare del prossimo 8 novembre si potrà, in sintesi, avere probabilmente un quadro esatto e definitivo della situazione, con Inter e Rubin promosse ai sedicesimi con due giornate di anticipo. Sulla carta sembra, in effetti, molto difficile prevedere terremoti che cambino radicalmente quanto ipotizzato dalla maggior parte degli addetti ai lavori. A meno di capovolgimenti di scena clamorosi con i serbi che sbancano San Siro e col Rubin che viene affondato a Kazan dagli azeri col tecnico russo in lacrime con in pugno il suo leggendario rosario portafortuna che gli aveva addirittura regalato in passato una vittoria col Barcellona al Camp Nou passata poi alla storia e incisa sui libri del club russo.  


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.