Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Partizan "Volley"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

IL FENOMENO VERO VOLLEY – LA PALLAVOLO CHE FUNZIONA

di Riccardo Carossia

 Il 24 aprile 2012, quando a mezzogiorno si sono aperte le porte della Sala Giunta del Comune di Monza per far entrare il presidente del Consorzio Vero Volley, Alessandra Marzari ed una folta delegazione di suoi dirigenti, tecnici ed atleti, intervenuti per assistere alla conferenza stampa indetta dall’Amministrazione comunale, a molti dei presenti è sembrato che il tempo fosse tornato indietro, come se qualcuno avesse premuto il tasto rewind della vita ed avesse riportato le immagini a due stagioni fa, con lo scopo di cancellare alcune sequenze sbagliate per sostituirle con quelle corrette. In effetti, proprio due anni fa in quella stessa sala era stata premiata la squadra di B1maschile Vero Volley Monza, che sotto la guida di coach Marco Fumagalli, dopo un campionato straordinario, vinto con una giornata di anticipo, si era aggiudicata la storica promozione alla Serie A2. Ma quel giorno il presidente del Consorzio aveva comunicato la decisione, presa a malincuore, di trasferire titolo e squadra a Milano, non potendo far giocare la formazione neo-promossa nell’unico impianto cittadino adeguato alla categoria, il PalaIper, già da un anno assegnato in convenzione triennale alla società bresciana Acqua Paradiso Gabeca Montichiari. Per molti di coloro che avevano partecipato e contribuito all’avventura della prima squadra maschile di Pro Victoria, partita con lo stesso tecnico dalla Serie C ed issatasi di stagione in stagione fino alla prestigiosa A2, quel trasferimento obbligato era sembrato un autentico strappo con il territorio e con la comunità, a cui quella squadra apparteneva. I vertici del Consorzio e tutto lo staff avevano comunque guardato agli aspetti positivi della vicenda ed accogliendo l’invito dell’Amministrazione milanese, si erano subito messi al lavoro per riportare nella Metropoli meneghina la grande pallavolo maschile. Ma era destino che la squadra non trovasse subito casa a Milano, poiché chiuso il PalaLido, per essere demolito e ricostruito, la città non era in grado di ospitare un campionato di pallavolo nazionale. Vero Volley, nel frattempo divenuta CheBanca! Milano aveva dovuto fermarsi a Cinisello Balsamo ed attendere un’altra stagione, prima di poter fare il proprio ingresso nella Metropoli, trovando ospitalità nel nuovo Palazzetto Pavesi, realizzato nel frattempo dalla Federazione Italiana Pallavolo. Un percorso difficile e tortuoso, che aveva messo a dura la prova anche la pazienza dei tifosi e dei sostenitori più fedeli, obbligati a seguire la formazione nel suo continuo peregrinare. Nel frattempo Monza, che era rimasta orfana della propria prima squadra maschile, aveva accolto senza particolare calore la formazione professionistica venuta da un’altra provincia. E così, nel momento in cui il Sindaco della città brianzola ha ufficializzato il subentro della società U.S. Pro Victoria – Pallavolo Monza, nella gestione del prestigioso Palazzetto dello Sport cittadino, in forza d’una convenzione quadriennale che scadrà a giugno del 2016, coloro che hanno vissuto le vicende di questi ultimi anni, sono tornati con la mente alle immagini del president Marzari, portata in trionfo dai suoi giocatori il giorno della promozione ed hanno pensato che finalmente lo strappo è stato ricucito e le sequenze degli avvenimenti hanno ritrovato la giusta concatenazione. Il 24 aprile è stato un importante punto d’arrivo per il sodalizio, composto oggi da otto società pallavolistiche, che può riportare a Monza la propria prima squadra maschile; la firma definitiva della convenzione con il Comune sarà al tempo stesso un nuovo punto di partenza ed una nuova sfida, per quest’organizzazione in continua evoluzione, diventata, nell’arco di quattro anni, un’autentica case history, oggetto di studio di famosi corsi di formazione manageriale dello sport, come il Master FIFA o lo Sport Management della Sport Business Academy di SDA Bocconi ed RCS Sport.

Intanto altri importanti avvenimenti si sono susseguiti nel mese di settembre, nell'ambito della nuova gestione del PalaIper: la consegna della chiavi del giorno 5, nelle mani dei presidenti Marzari e Rigaldo; il “Palazzetto Day”, di domenica 23, che gli aderenti del Consorzio hanno dedicato in allegria al riordino generale dell'impianto; l'inaugurazione ufficiale di sabato 29, con una giornata-evento, che ha attirato un pubblico appassionato e numeroso, coinvolto dalle molte iniziative di cultura, sport, spettacolo ed intrattenimento, con cui è stato animato per tutto il giorno il rinnovato Palazzetto dello Sport di Monza; infine sabato 20 ottobre il Saugella Team Monza ha giocato la sua prima gara casalinga al PalaIper, battendo per 3 a 0 il Club Italia. Il 1° novembre alle 18,00 sarà la volta della Serie A, che scenderà in campo per la quarta giornata contro Coserplast Matera.

Ma qual è il segreto del successo di questo modello organizzativo? Cosa permette di gestire 10.000 alunni dei Progetti Scuola nelle Primarie di MonzaBrianza e Milano, 1.000 piccoli atleti del Minivolley ed altri 1.000 atleti, che iscritti alla FIPAV nelle diverse categorie federali, hanno costituito, nella stagione agonistica 2011-12, 70 squadre, partecipanti ad oltre cento campionati, dai giovanili provinciali, fino alla Serie A2 maschile?  

La prima risposta è senz’altro il suo presidente, Alessandra Marzari, con la sua vision, la passione, l’impegno, l’instancabile energia, le sue intuizioni, la propensione all’innovazione, le sue proverbiali sfuriate, la sua caparbietà. In occasione della conferenza stampa del 24 aprile aveva subito tracciato le linee guida di quello che è il business plan per la gestione del PalaIper, sviluppato con la collaborazione della SDA Bocconi: “Il Palazzetto è un bene della città; Vero Volley ha l’onore di gestirlo ed è intenzione del Consorzio rendere questa gestione, un esempio per l’impiantistica sportiva in Italia. E’ mia intenzione ed obiettivo collaborare con il direttore della Sport Business Academy, che è membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio e del nostro Comitato Scientifico (Prof. Dino Ruta – n.d.r.), per dare il miglior approccio manageriale per la crescita di questo Palazzetto, nell’intento di restituire, tra quattro anni alla Città, un PalaSport più bello, più funzionale, più redditizio e più vivo di quello che troviamo”.

Il secondo elemento di successo del Consorzio monzese sono le sue risorse umane; attorno al presidente si è creato uno staff di collaboratori affiatati, che partendo dal nocciolo storico della Pro Victoria si è ingrossato nel corso degli anni, anche attraverso la progressiva adesione delle diverse società, con l’apporto di capacità e competenze professionali. Citarli tutti richiederebbe uno spazio a se stante, ma scorrendo l’organigramma attuale di Vero Volley si ritrovano molti nomi di coloro che hanno contribuito a farne la storia di questi anni, iniziando con Marco Fumagalli, uno dei fondatori della sezione pallavolo di Pro Victoria, atleta e poi allenatore; l’uomo che è stato capace di traghettare la squadra maschile nelle diverse categorie, fino a raggiungere la Serie A2, di cui è ora l’head coach. A lui, fin dalla creazione del Consorzio è stato assegnato anche il compito di responsabile dei direttori tecnici delle società aderenti e quello di responsabile della formazione, incarico quest’ultimo condiviso con il vice-presidente del Consorzio Monica Re. Appartengono alla stessa “vecchia guardia” Gian Paolo Freschi, allenatore, direttore tecnico, responsabile del Minivolley e Massimo Tadini, un altro dei co-fondatori della società monzese, ex giocatore, allenatore del settore giovanile e responsabile dei progetti scuola del Consorzio, affiancato oggi da Valentina Centenero e Stefania Fumian (ex-giocatrice della Pro Victoria, diventata allenatrice). Impossibile poi non citare altre quattro figure storiche di questo sodalizio, come Alberto Nespoli, direttore generale di Pro Victoria, che ha lasciato un incarico di manager d’azienda, per dedicarsi alla gestione della società e che si occupa tra l’altro della foresteria giocatori e del tutoraggio degli atleti minorenni, che giungono al Consorzio da altre province e devono essere seguiti anche nei rispettivi percorsi di studio. Carlo Peraboni, stimato docente universitario, che da sempre è responsabile dei rapporti con le famiglie degli atleti di Vero Volley; Luciana Papotti, la super-segretaria, oggi autentica coordinatrice delle segreterie del Consorzio ed infine Christian Merati, già allenatore, poi direttore tecnico ed oggi diviso tra il doppio incarico di direttore sportivo dell’intero sodalizio (con la collaborazione di Claudio Bonati, d.s. del settore maschile) e di responsabile dell’impiantistica sportiva. Un terzo fattore critico di successo del modello organizzativo di Vero Volley, che rappresenta il piano d’intervento parallelo alla gestione professionale delle società aderenti, è racchiuso nel pay-off apposto sotto al logo: “Cultura sportiva”. Si tratta del cuore di tutto il movimento, da cui fluiscono di continuo gli stimoli per la crescita e lo sviluppo del Consorzio, attraverso la formazione e l’aggiornamento. Vero Volley, da sempre fucina di idee e luogo di scambio culturale, ha voluto dotarsi di un Comitato Scientifico, un organo consultivo statutario, composto da docenti universitari e professionisti esperti in discipline diverse, che presiede e coordina tutta la vasta attività realizzata nell’ambito delle collaborazione universitarie relative ai progetti di ricerca e formazione. Fin dalla sua fondazione, nel settembre del 2008, Vero Volley si è contraddistinto per il grande impegno profuso nella formazione e nella crescita professionale della proprie risorse. Hanno così preso vita i progetti sviluppati con il mondo accademico, volti ad accrescere le competenze in discipline chiave, come la biomeccanica, la psicologia e la pedagogia per gli allenatori, considerati autentici educatori od il management specialistico sportivo, per i dirigenti del Consorzio. Un quarto elemento chiave è la forte propensione all’innovazione, che porta tutta la struttura a guardare sempre al di là di ciò che sta facendo oggi; in questo contesto si inserisce l’ultima iniziativa voluta dal vulcanico presidente Marzari: la creazione di un blog interno, che aggiorna i dirigenti e gli allenatori del Consorzio sui bandi pubblici, con una particolare attenzione a quelli europei. E’ questa la nuova sfida del sodalizio monzese, che a luglio di quest’anno è diventato capofila nel progetto europeo “VOLTHY - Volley for healthy life style”, presentato nell’ambito del programma UE “Preparatory Action: European Partnership on Sports”, con la partecipazione di altri dieci partner. Si tratta di un progetto che ha tra i propri obiettivi: la promozione della pratica sportiva, in particolare del volley e del minivolley, a livello locale; la promozione dei principi base per la conduzione di sani stili di vita; il supporto alla cooperazione tra associazioni sportive e istituzioni a livello locale; la diffusione tra i preadolescenti di uno strumento innovativo di motivazione allo sport e di comprensione dei sani stili di vita. Tutto questo è oggi il Consorzio Vero Volley, un grande movimento di cultura sportiva, fortemente radicato nel territorio di due importanti province italiane, che attraverso l’insegnamento e la pratica della pallavolo, sviluppa un ampio progetto educativo e sociale rivolto ai giovani, che parte dallo sport di base, nelle scuole primarie ed arriva fino allo sport nazionale, con le sue prime squadre, terminali d’arrivo del proprio vivaio. Per chi è convinto che il Volley italiano stia attraversando una fase critica, può rappresentare sicuramente un modello da studiare.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.