Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
L'angolo di Franco Rossi
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

I MAGNIFICI QUATTRO

 L’anti JUVE è come l’Uomo Ragno, King Kong o Superman: un personaggio di pura fantasia. Il ruolo ha provato a recitarlo il Napoli per novanta minuti, ma si è dissolto alla prima scena: remissivo, timoroso e pieno di paure. La Juventus ha guardato dall’alto in basso e con un battito di ciglia se ne è sbarazzato. Il Napoli, in novanta minuti, ha fatto un solo tiro in porta. La Juve ha messo in campo il suo strapotere anche, e soprattutto, nei cambi con Matri, Caceres e quel Pogba al quale non è difficile pronosticargli una carriera eccezionale, specialmente in rapporto al prezzo pagato: cinque milioni di euro. A questa Juve scudettata adesso serve un record per passare alla storia, quello del punteggio finale in campionato, record che appartiene all’Inter 2006-2007 finita a quota novantasette. Per il resto ordinaria amministrazione a cominciare dalla sconfitta a Roma contro la Lazio. Passare da Sheva a Pazzini in pochi anni, e da Ibra a Bojan in pochi mesi è un trauma cerebrale dal quale potrebbe non rimettersi mai. L’Inter è risalita, come la Lazio, che con Klose e Ernanes ha fatto gli affari veri degli ultimi due mercati. L’Inter ha battuto il Catania, anche per un rigore non visto (almeno spero), con Stramaccioni simpatico affabulatore quando si mette a parlare di moduli e a dare i numeri. Napoli, Inter e Lazio per due posti validi per la Champions. Il Palazzo Milan non è stato abbattuto con un colpo di Stato, ma con la lucida convinzione di chi è convinto che si deve ricostruire a colpi di piccone. Il Milan getta sempre più fumo negli occhi, tesserare un neonato e spacciarlo per il futuro Pelè (se è nero) o il maradona del 2030, ma smoke gets in your eyes, (non l’ha composta Galliani) per non far vedere l’attuale catastrofico momento della squadra. Balotelli per il Milan e’ come la “trimestrale” di certi maschi sfioriti che non riescono a tenere il ritmo e sono costretti ad accontentare la partner ogni novanta giorni. L’attaccante del City viene accostato al Milan e non si conosce il perché, visto che è fuori mercato, almeno per il quanto riguarda quello del Milan. Tutti sanno benissimo che se Balotelli dovesse andarsene dal City non andrà al Milan, se torna a Milano giocherebbe solo nell’Inter. Martedì  sera Balotelli ha confermato di essere assolutamente indispensabile alla Nazionale, così come lo è (che eupalla ce lo mantenga in condizione) Emanuele De Rossi. Al di là dell’assist di tacco per montolivo e della meravigliosa carezza alla palla nel terzo gol, ha giocato sontuosamente per tutta la partita interpretando alla perfezione il ruolo di centravanti. Ancora si leggono le solite sciocchezze sul suo genio e sregolatezza in nazionale ( ma quando mai…) e prima o poi Prandelli dovrà mettere da parte la sua invidia nei confronti di chi riesce sempre (clamoroso all’europeo) a rubare il palcoscenico. E deve giocare unica punta, come si e’ visto quando l’Italia e’ rimasta in dieci. A proposito cosa avrebbero scritto certi giornali se la gomitata di Osvaldo l’avesse rifilata Balotelli? Pirlo, De Rossi e Balotelli, questo l’asse della nazionale: sono i tre giocatori più bravi per capacità tecniche, per bravura tattica e dalla personalità di livello mondiale, a parte Buffon che martedì sera non era in campo. È  su questi tre, anzi quattro, che prandelli deve forgiare la squadra che andrà in Brasile (se si giocherà in Brasile) per il mondiale 2014. Ogni altra soluzione sarebbe una follia.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.