Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
I cugini in trasferta n 38
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
di Emanuele Tramacere

  Largo ai senatori in terra bolognese! L’entusiasmo in vista della Juve potrebbe essere un rischio non calcolato.

Meno tre e ormai si fa sempre più fatica a nascondere la crescente ambizione della truppa nerazzurra. La serie positiva in campionato, la conferma – seppur con qualche sofferenza – in Europa League e, al di là di tutto, una sempre più crescente condizione atletica stanno facendo crescere l’entusiasmo e la convinzione nei propri mezzi di tutto l’ambiente interista.

E’ così che alle parole di Zanetti e Moratti nell’immediato post-derby (“Scudetto? Noi ci crediamo”) ha fatto seguito l’ottimismo moderato di Cambiasso nel dopo-Catania (“Abbiamo una buona classifica e siamo in un momento positivo”) e l’esplosione di mister Stramaccioni dopo la vittoria in extremis nel match di Europa League contro il Partizan Belgrado (“Siamo l'Inter e abbiamo il dovere di essere protagonisti in Europa e in Italia”).

Eppure, se vogliamo, l’Inter ha costruito le vittorie dell’ultimo periodo su una ritrovata tranquillità, sull’allontanamento delle tensioni interne e sul cambiamento dell’attenzione mediatica verso l’altra sponda del naviglio torturata dalla mancanza di risultati. La “ricerca” di attenzione da parte dei ritrovati leader di questo gruppo potrebbe, quindi essere anche controproducente, alla vigilia di una settimana intensa che culminerà, la sera del 3 novembre, con la sfida dello Juventus Stadium contro i rivali storici della Juve.

In questo complesso quadro si inserisce la partita fra Bologna e Inter. Una sfida tutt’altro che semplice per l’Inter di Stramaccioni che potrebbe celare insidie non presenti “sulla carta”. Bologna – Inter, infatti, è statisticamente una sfida mai scontata. Nei 90 anni di storia passata, in 86 partite disputate a Bologna, il bilancio è infatti favorevole alla formazione emiliana che è uscito vincitore in 38 incontri mentre sono solo 33 le gare terminate ad appannaggio dei nerazzurri. Negli ultimi 6 incontri, disputati, tuttavia, il risultato più gettonato è stato l’1-3 favorevole ai nerazzurri deciso sempre negli ultimi minuti di gara.

La sfida contro il Partizan Belgrado ha mostrato un’Inter – e uno Stramaccioni – alquanto camaleontica. I cambi in corsa, il turn-over iniziale e le scelte forzate, hanno mostrato, nel bene o nel male, la profondità di una rosa comunque legata ai propri senatori che, ritrovata la condizione degli anni migliori, hanno preso per mano e stanno trascinando la squadra in tutte le competizioni.

E così, via alla squadra titolare nella sfida del Dall’Ara, con un Milito in versione assist-man e con un Cassano poco lucido sotto porta in Europa League in cerca di riscatto davanti alla porta difesa da Agliardi. Ma soprattutto spazio a centrocampo alla coppia Zanetti-Cambiasso ottimi (soprattutto il Cuchu) nell’abbinare quantità e qualità in entrambe le fasi.

Dopo Bologna, mancheranno sei giorni alla sfida delle sfide che dirà, veramente, se l’Inter potrà essere o meno l’alternativa alla Juventus nella corsa scudetto. Per farlo servirà, innanzitutto espugnare il Dall’Ara, confermando l’imbattibilità esterna, costruita nelle prime 7 trasferte stagionali dalla squadra nerazzurra.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.