Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Genoa "Ciclisno" n 38
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

di Luigi Sada

 Il ciclismo su strada va in vacanza ma i riflettori restano sempre accesi sul 96° Giro d’Italia che si svolgerà dal 4 al 26 maggio 2013 con partenza da Napoli e arrivo a Brescia. Ventuno sono le tappe, mentre i chilometri complessivi sono 3.405. E’ un giro per tutti i gusti che, a sorpresa, toglie il tradizionale epilogo a Milano spostandolo nella città della Leonessa in onore alla Mille Miglia. Sette saranno gli arrivi in salita. Nella sedicesima tappa si varcherà il confine francese scalando il mitico Galibier per ricordare Pantani mentre nella ventesima verranno affrontate le Tre Cime di Lavaredo (2 volte) il Tre Croci e il Glau. La Cima Coppi è allo Stelvio, come il 2012. Gli arrivi in volata sono a Napoli, Matera, Margherita di Savoia, Treviso, Cherasco, Vicenza e Brescia. “E’ un bel giro – commenta Domenico Pozzovivo – adatto alle mie caratteristiche, anche se penso che sette arrivi in volata siano un po’ troppi per gli scalatori. Comunque, prometto che farò del mio meglio per vincere almeno una tappa. Ho chiuso faticosamente la stagione ma per la prossima primavera mi presenterò già in forma per affrontare i primi impegni”. La Sanremo per il corridore lucano rappresenta sempre un sogno. “A quell’impegno ci tengono tutti. Il sottoscritto per primo lo ha sempre avuto come obbiettivo. Ci vuole, ad ogni modo, molta fortuna perché la corsa dall’inizio alla fine non ti concede tregua”. L’inedito arrivo sul Galibier spaventa un po’ tutti. In primo luogo per la durezza dell’asperità, in secondo perché per arrivare in cima bisognerà affrontare in ordine di tempo prima il Moncenisio, poi il terribile Telegraphe. Il Galibier è a quota 2.643 metri. Un incubo sicuramente per i corridori. “ E’ una montagna che non ti concede un solo attimo di respiro – ha detto Felice Gimondi in occasione dei festeggiamenti per il suo settantesimo compleanno – e affrontarla sarà un problema per tutti. Bisognerà essere al top della condizione. Sicuramente sarà uno spettacolo eccezionale per i tifosi delle due ruote”. Dello stesso parere l’ex campionissimo Eddy Merckx: “Il Galibier – dice il belga – è la salita più dura che ho affrontato nella mia carriera. Devi sapere dosare bene le forse, altrimenti sei spacciato”. Intanto è già cominciato il conto alla rovescia, con Contador, Nibali, Cavendish e il vincitore della scorsa edizione il canadese Hesjedal, in pole position. Questo poker ha già preparato i piani di battaglia, con l’iberico Rodriguez in agguato.  


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.