Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Genoa "La partita" n 38
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Tutti con Allegri… a metà
Quadrato della società, ma il piatto piange

di Federico Zanon

 Tempi duri, durissimi per il Milan che è in continua conquista di record negativi, collezionando sconfitte come fossero francobolli pregiati. Sette punti in otto partite sono un ritmo da retrocessione e a Malaga le cose non sono andate meglio. Il principale, anzi l’unico indiziato sembra essere, secondo l’opinione pubblica, il tecnico livornese ma la società continua a difenderlo a spada tratta. Il povero Allegri sembra assediato come il tenente colonnello Travis a Fort Alamo, ormai da settimane prende il sole sull’ultima spiaggia ma la fiducia, se così possiamo chiamarla, è sempre rinnovata. Per non rischiare di fare la fine dei duecento texani che difesero la missione coloniale spagnola per tredici giorni prima di cadere sotto i colpi dei messicani, Allegri, in questa nona giornata,  deve invertire decisamente la tendenza e scacciare anche pericolose coincidenze numeriche. Difficile capire quale potrà essere lo schieramento tattico e i vari interpreti, poiché nelle ultime uscite l’allenatore toscano ha mischiato le carte parecchie volte, sia dall’inizio, sia a gara in corso. Come sempre l’unico certo è il piccolo faraone che continua però a predicare nel deserto. El Shaarawy non trova una vera spalla su cui appoggiarsi o con cui dividere l’onere delle aspettative che, al momento, sono tutte su di lui. Pazzini, Bojan, Boateng, Pato e Robinho sono ancora tutti assenti ingiustificati o, nella migliore delle ipotesi, spettatori non paganti. Una cosa è certa, l’unico modulo che finora aveva dato dei buoni risultati è stato il 4-2-3-1 ma che non ha trovato conferme nelle ultime due partite con Lazio e Malaga. L’avversario di turno si presenta anche lui con i cerotti e qualche incertezza di troppo. Sulla panchina del Genoa, infatti, c’è stato in settimana l’avvicendamento tra De Canio e Delneri con il primo che si è detto anch’egli sorpreso dell’esonero. Molto probabile quindi un atteggiamento prudente da parte dei rossoblu che si schiereranno con il classico 4-4-2 o al massimo con la variante Bertolacci alle spalle di Immobile. Sicuro assente Borriello, uscito malconcio dalla gara con la Roma (ne avrà per più di un mese) e Canini che deve scontare un turno di squalifica.
Sarà duro, anzi durissimo da abbattere il Grifone per Allegri che non può davvero più sbagliare o la zona retrocessione si concreterebbe in maniera oltremodo preoccupante.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.