Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo "L'angolo di Franco Rossi"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

UDITE, UDITEEEEEEEE

L’INTER SI TINGE DI  “GIALLO”

 Un annuncio sensazionale, prontamente ed apparentemente, categoricamente smentito. Così sembra essersi aperta, ed immediatamente chiusa, la vicenda che aveva visto, per poche ore, la CRCC (China Railway Construction Corp.) o, meglio, una sua società controllata (la China Railway 15th Bureau Group), impegnata ad entrare a far parte dell’azionariato dell’Inter, pagando settanta milioni di euro per una partecipazione di stretta minoranza, il 15%. A qualsiasi persona dotata di una minima dimestichezza nelle operazioni societarie e nel mondo dello sport professionistico, l’annuncio era sembrato incredibile. Da una parte, non essendo il primo di aprile, i nomi dei soggetti coinvolti (una delle società più note del mondo orientale, la Saras, l’Inter, consulenti molto noti nel mondo della finanza, una banca svizzera tra le più affidabili) non lasciavano spazi a dubbi in merito alla sua verità. Dall’altro, però, veniva da chiedersi, più o meno come succede in certi giochi della Settimana Enigmistica, dove fosse l’errore. Perché un gruppo cinese doveva essere interessato ad una società calcistica italiana? Perché, poi, ad una quota di minoranza senza alcuna possibilità di gestire, o co-gestire, l’investimento? Perché, per di più, di una società non quotata e, quindi, senza possibilità di rivendere sul mercato le azioni acquisite nel caso si volesse uscire dall’investimento? In che modo, poi, si poteva ritenere credibile una valutazione della società interista di quasi mezzo miliardo di euro? Tante, troppe cose sembravano inverosimili e i dubbi di cui sopra erano solo alcuni di quelli che nascevano immediatamente. A confortare il buon senso dei lettori più attenti  erano rapidamente giunte le smentite del 3 agosto della CRCC: “La società, le sue controllate e quelle delle quali detiene quote societarie non hanno mai intessuto rapporti e negoziazioni con l’Inter per l’acquisto di quote azionarie”. Questo recitava il comunicato della capogruppo, depositato anche presso la Borsa di Shangai, per poi proseguire affermando che gli unici contatti riguardavano la possibilità che la controllata costruisse, per l’Inter, uno stadio a San Donato, il che avrebbe aggiunto stranezza alla stranezza …  FINE DELLA PRIMA PUNTATA


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.