Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo "Amarcord"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

di Severa Bisceglia

 Il centravanti tedesco, Oliver Bierhoff, dotato fisicamente e molto forte di testa, ha giocato in Italia raccogliendo discreta fortuna. Dall’Udinese, con cui vinse il titolo di capocannoniere, arriva al Milan, che gli frutta uno scudetto, nel 1998, e si ferma fino al campionato 2001. Nei rossoneri è destinato a fare coppia con George Weah, ma saranno i suoi 20 gol, solo due su rigore, che consentiranno al Milan di cucirsi sulla maglietta lo scudetto. Nei due anni successivi purtroppo non si ripete, risulta molto lento sul campo e soprattutto impreciso nei passaggi. Il Milan lo cede al Monaco. Nel 2002 torna in Italia per indossare la maglia del Chievo Verona. Nei gialloblu diventa un buon punto di riferimento, anche i suoi 7 gol, compresa la tripletta contro la Juventus, consentiranno alla squadra di chiudere in settima posizione. Il centrocampista francese, naturalizzato guineano, Kévin Constant arriva al Milan, dal Genoa, il 20 gennaio 2012 in prestito con diritto di riscatto per indossare la maglia numero 21. Scende in campo per la prima volta il 26 agosto contro la Sampdoria battuta per 1-0 a San Siro. Ma prima dei colori rossoneri indossa, in prestito, la maglia del Chievo e fa il suo esordio in Serie A, il 22 settembre 2010, nella partita contro il Napoli. Il suo primo gol arriva contro il Bologna, partita vinta 2-0. Lui preferisce considerarsi trequartista, ma viene schierato anche come mediano o come mezz’ala sinistra. Anche Federico Giunti vince uno scudetto con il Milan disputando, però, solo sei partite. Arriva a Milano nel gennaio del 1999, dopo aver giocato già due partite con il Parma, giusto in tempo, in sei mesi, per vincere lo scudetto. Resta al Milan  altre due stagioni per un totale di 54 presenze, ma segna un unico gol in rossonero: nel famoso derby perso dall’Inter per 6-0. Dopo esperienze in altre squadre, compreso un campionato in Turchia, indossa i colori del Chievo, con il quale raggiunge la qualificazione europea, dal mese di agosto 2005 fino al 2007. Il difensore Mario Alberto Yepes Díaz, per tutti semplicemente Yepes, gioca due stagioni con il Chievo, 2008-2009 e 2009-2010. Approda al Milan nel marzo 2010 e fa il suo esordio il 7 novembre dello stesso anno in Bari-Milan, vinta dai rossoneri per 2-3. Il 7 maggio 2011 festeggia il suo primo scudetto e il 6 agosto successivo vince la Supercoppa italiana battendo l’Inter a Pechino per 2-1 restando in panchina. Il suo primo gol arriva il 23 ottobre, contro il Lecce, che consente al Milan di vincere in rimonta. Ha rinnovato il contratto con la società rossonera fino al 30 giugno 2013. Il “duca” pugliese Nicola Legrottaglie fa il suo esordio in Serie A proprio con il Chievo, che riscatta la comproprietà da Modena, il 14 ottobre 2001 contro il Brescia. E’ uno dei protagonisti della squadra di Campedelli per due stagioni. Il 31 gennaio 2011 viene acquistato a titolo definitivo e gratuito dal Milan, con cui firma un contratto fino al 30 giugno 2011. Fa il suo esordio il giorno dopo nella partita contro la Lazio, subentrato a Bonera nel secondo tempo, dove però rimedia subito un infortunio nello scontro con il laziale Libor Kozák. Dopo quell’infortunio non è più sceso in campo ma ha comunque festeggiato il suo primo scudetto il 7 maggio. Luigi Sala, cresciuto nelle giovanili del Como, dove fa anche il suo esordio in Serie A, arriva al Milan nel 1998, all’età di 24 anni, e vi rimane per tre stagioni. Nella stagione 1998-99, allenatore Zaccheroni, contribuisce attivamente alla conquista dello scudetto giocando da titolare nel muro difensivo rossonero con Paolo Maldini e Alessandro Costacurta. Nel 2001 passa all’Atalanta per tre anni e poi gioca nelle file del Chievo. Appese le scarpette al chiodo si lancia nella carriera da allenatore, ma con poca fortuna. Il 26 luglio 2012 viene deferito dalla Procura federale, coinvolto nel calcio scommesse, per illecito sportivo. Grazie al patteggiamento rimedia due anni di squalifica. Francesco Acerbi cresce calcisticamente nel Pavia, ma l’esordio in Serie A lo fa il 20 novembre 2011 con il Chievo, che lo ha acquistato in comproprietà con il Genoa. Il suo primo gol lo segna nel pareggio casalingo contro il Siena. Al Chievo conta 20 presenze con un solo gol segnato. Il 20 giugno 2012 il Genoa riscatta la metà del cartellino dal Chievo e lo cede al Milan per 4 milioni di euro ed eredita  la maglia numero 4 appartenuta ad Alessandro Nesta.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.