Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
iosonopompilio
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Juve mia... ”ci faccia vedere!”

Voglio un libero come Paolo Montero. Non dico come Gaetano Scirea e neppure come Franco Baresi. Ma per favore… un libero

di Cesare Pompilio

Juve mia batti l'Inter. Gli onestoni sono alla tua portata, facci godere. Siamo 15 milioni di persone (in Italia), 150 milioni in tutto il mondo. Per battere i nerazzurri dovrai essere la “vecchia signora”, quella che io ho amato e della quale mi sono follemente innamorato. Non essere la “signorina” di un paio d'uscite. Sii ringhiosa, abbi gli occhi di tigre, sii determinata. Vinci e convinci: sei o non sei la Juve? Se lo sei, devi vincere.

Questi concetti così determinati, queste parole così… juventine le ho sentite in una piazza “celeste” dove passeggiavano alcuni personaggi del passato. Il vostro umile servitore era vicino a Gianni Brera e Gianni Agnelli. I due Gianni rincorrevano il passato come forza per il futuro. Gianni Brera ricordava, a Gianni Agnelli, quel Juventus-Inter del 1961 e l'avvocato divertito rispondeva: “Cavo Bveva, pev me la più bella vittovia della Juve è quella in cui fino al 90esimo sta sullo zero a zero e poi un vigore che non c'è per la Juve. Come godo...”. Brera, con piglio padano, ricorda che l'Inter ha avuto Angelo Moratti, presidente incommensurabile; Agnelli gli risponde: “Angelo è stato sempve un gentiluomo, cavo Bveva, se lei sapesse quante volte gli ho detto grazie per quella partita”. Brera annuiva e poi rivolto al vostro umile servitore diceva: “Numa, andiamo a mangiare da Roberto in Corso Sempione, c'è donna Erminia, la moglie di don Angelo, che ci aspetta. Per donna Erminia io sono un portafortuna, se pranziamo insieme vince l'Inter”.

Accortosi, il Brera medesimo, che mi ero imbronciato, continuò: “Ma chi se ne frega, caro Numa: l'attuale Juve ha un basso tenore di classe, l'Inter è quasi cotta, un pari accontenta tutti”. Le prime luci dell'alba penetravano dalla finestra di casa mia, la gatta miagolava, il portiere dello stabile aveva il volume della radio alto, mi sono svegliato. Dio, da dove vengo? Mi son chiesto. Oggi con Calciopoli tutto si è deteriorato. I tifosi della “Vecchia...” reclamano uno scudetto indietro a ragione, i neroazzurri ricordano che ancora due scudetti toccherebbero a loro medesimi. Anche il tifo si è imbarbarito? Temo di sì. Di chi è la colpa? Di tutti, soprattutto del Dio danaro che passa sopra a tutti i sentimenti e a tutte le verità. Le verità diventano bugie. Il palazzo decide: a quelli lo scudetto, a quegli altri la Champions. Tutti intelligenti, tutti bravi, nessuno però parla di calcio giocato. Ora perfino i fuori di cucuzza parlano di far play finanziario e allora qualsiasi atto che tenda a riportare il tutto nel rettangolo di gioco diventa obsoleto. Come è possibile che alla Juve da due anni non sono capaci di trovare un centrale? Sì, un centrale: un libero come Paolo Montero, non dico come Gaetano Scirea e neppure come Franco Baresi, ma per favore un libero. Aiuto: un libero! Ho chiesto un libero a Luciano Moggi, martedì a Napoli tra una pausa e l'altra della penultima seduta del processo a Calciopoli. Ho chiesto di suggerire a don Peppino Marotta un libero. Paolo Trofino, il luminare avvocato e principe del foro partenopeo, sentendo la richiesta della mia intercessione a Luciano Moggi, rideva e si divertiva. “Ma come, allora non segui. Non c’è una sola intercettazione nella quale Moggi parla di campagna acquisti. Luciano le sue cose le fa in gran segreto, lo capisci o no?”. Le parole di Trofino mi hanno fatto capire che Luciano Moggi è innocente. È vero, nelle intercettazioni non c'è mai una partita aggiustata e neppure si parla mai di acquisti. Juve mia, come vedi si profila un grande mese di novembre: vinci, batti l'Inter e sarai invitata al gran ballo nella discoteca più chic di Milano per la presentazione del mio cd, “Moggi è Innocente”. È un lavoro fatto da un grande discografico: Joe Denti. Ne parlerò a Telelombardia domenica sera. E buona domenica a tutti.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.