Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Fiorentina "l'intervista"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Rossi punta su Montella

L’ex allenatore della Fiorentina è convinto che le partite si vincono a centrocampo

di Emanuele Tramacere

 In carriera ha sempre dimostrato di essere un passionario, uno che al proprio lavoro ci tiene molto, cercando il dialogo aperto con i propri calciatori e guadagnandosi il rispetto dei suoi uomini con il lavoro sul campo. Delio Rossi, al di là dello spiacevole alterco con il giovane attaccante della Fiorentina Adem Ljajic, si è sempre dimostrato un allenatore capace, sempre a un passo dal salto in una grande squadra (tanto da dichiarare ironicamente “Sogno il Real Madrid, ma non mi chiamano”) e con un unico grande dogma: la difesa schierata costantemente a 4. Con la Fiorentina era pronto ad aprire una rivoluzione importante che, per i fatti già citati, hanno portato Montella a inaugurare questo nuovo ciclo totalmente rivoluzionato.

La Fiorentina è la quarta forza del campionato e sta attraversando un periodo di forma smagliante. Insieme con l’Inter è stata l’unica in grado di mettere in difficoltà la Juve: dove può arrivare?

La Fiorentina è la vera sorpresa del campionato. Ha una squadra di qualità e gioca molto bene al calcio. Sono stati fatti acquisti importanti che, tra l’altro, avevo richiesto io quando ero a Firenze come Pizarro, Borja Valero ed El Hamdaoui. A Firenze si erano già accorti che la squadra aveva bisogno di una rivoluzione, è arrivata senza di me, ma sono comunque contento per il club.

Fiorentina che perde Jovetic, apparso comunque molto nervoso nell’ultima giornata. Problema di gol o rumors di mercato?

Il problema di Stevan penso fosse dovuto soltanto alla difficoltà di fare gol. Aveva iniziato molto bene l’anno e bloccarsi, per un attaccante come lui, non è mai semplice. Le voci di mercato su di lui ci saranno sempre, ma Jovetic è un giocatore che quest’anno farà grande la Fiorentina.

La Fiorentina ritroverà il miglior Montolivo della sua carriera. Quello allenato da lei sembra un lontano parente di questo centrocampista.

Montolivo è sempre stato un grande professionista, a Firenze, l’ultimo anno, ha pagato fin troppo la decisione di non rinnovare il contratto con la Fiorentina, ma il ragazzo ha una classe e una tecnica superiore alla media e sta esplodendo nel Milan perché, finalmente, ha trovato la giusta responsabilizzazione e il giusto atteggiamento mentale.

Montella ha scelto una strada a luglio e l’ha proseguita nel corso dei giorni; Allegri ha continuato a cambiare finché non ha trovato la giusta soluzione tattica. Chi ha ragione e chi ha torto?

Non credo che ci sia la giusta ricetta. Allegri, a differenza di Montella, aveva una base vincente da cui partire. È normale che se vinci, prima di abbandonare un modulo vincente provi a girare gli interpreti a disposizione, ad adattare giocatori differenti in ruoli diversi. Montella ha avuto a disposizione gli uomini richiesti fin da quest’estate e con l’arrivo dei risultati è stato facile proseguire sulla strada tracciata.

Allegri parla da allenatore confermato, ma le voci di mercato lo vogliono, comunque, lontano dal club entro la fine della stagione…

Io non auguro ad Allegri di saltare. E’ un allenatore che ha dimostrato di tenerci, anche con il continuo cambio di modulo. Sul suo rendimento, poi, pesa la perdita all’ultimo di due giocatori imprescindibili. Se vogliamo trovare un difetto, forse, non è nella mancanza di fantasia nella sostituzione dei due “fenomeni”, bensì nella mancanza di attenzione nella sostituzione dei senatori. La scelta di rinunciare ai vari Seedorf, Gattuso, Zambrotta… era preventivata da tempo, ma Allegri si è fatto cogliere impreparato ad inizio stagione.

3-5-2 contro 4-2-3-1 dove si deciderà l’incontro?

Storicamente a centrocampo si vincono le partite. Non nei singoli uomini, ma nell’intero reparto mediano. La Fiorentina ha il vantaggio nel numero di uomini, ma se Allegri dovesse riuscire a tenere la squadra corta, facendo rientrare i trequartisti e rilanciandosi in contropiede, potrebbe anche arrivare il risultato a sorpresa a fine partita.

 

 


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.