Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Cagliari "L'Editoriale"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

L’onestà di seconda mano

Il campionato ostaggio di… cinque arbitri

di Beppe Vigani

 La Juventus contro il Pescara ha dato dimostrazione di forza, come se la sconfitta contro l’Inter, come poi ha rivelato lo stesso Marchisio, sia stata una sorta di purga, quasi per ripulirsi di un’abbondante abbuffata durata 49 partite. Dieci gol tra Champions e campionato, mica male come reazione. Tutti a dire, adesso, che la Serie A ha trovato nell’Inter l’anti-Juve. Non fatevi illusioni. Il campionato è ancora lungo e tutto può succedere. Si vive il momento, le emozioni di questi istanti, intrisi di pathos e sensazioni, ma a mente lucida tanto deve ancora giocarsi. Come volevasi dimostrare, l’Inter è andata a Bergamo e ha perso, mentre il Napoli ha espugnato il Galileo Ferraris, confermandosi in terza posizione. Sale anche la Fiorentina che ha rifilato tre sberle al Milan, sempre più in crisi d’identità e di gioco. Tutto qui? Certo che no. Quanta acqua dovrà scorrere sotto i ponti, prima di dare un’analisi perfetta di questo torneo, comunque sempre più avvincente. Lasciando il calcio giocato, passiamo a quello meno spettacolare, ma più pepato della categoria arbitrale. Lunedì scorso Pierluigi Collina, personalmente l’arbitro più bravo visto ad arbitrare in quarant’anni che seguo il calcio, si è arenato su una diatriba che si sta avviluppando negli stanzoni della Fifa e in qualche altro locale adiacente. L’ex fischietto di Viareggio, ora, con tanto di medaglia al valore, designatore Uefa ha commentato positivamente l’esperimento dei giudici di porta. “L'obiettivo per cui si è cominciato a pensare all'introduzione dei giudici di porta era dare un supporto all'arbitro - ricorda Collina - le condizioni delle partite sono mutate, e non mi riferisco alla maggiore presenza della tv ma a un cambiamento oggettivo del calcio, c'è una maggiore velocità, mentre prima c'erano molti meno contatti, meno occasioni di sbagliare. Va dato merito alla Figc di aver provato a percorrere questa strada in tempi brevi, parliamo di due settimane tra la decisione dell'Ifab e quella del Consiglio federale. Non è stato un salto nel buio, molti degli arbitri italiani avevano già sperimentato questo sistema nelle partite internazionali negli anni precedenti, è stata fatta un'attività di istruzione e direi che, nonostante i tempi siano stati stretti e le difficoltà organizzative, i risultati ottenuti fino a qui siano stati positivi, buoni". Ecco la mania di dare giudizi sempre positivi (per non inimicarsi qualcuno delle alte sfere),  all’ennesima frode calcistica, perpetrata negli ultimi anni. I cinque arbitri si sono rivelati un fallimento, non nascondiamolo. E’ un modo come un altro per far lavorare arbitri fermati per aver combinato qualche disastro nei turni precedenti. E’ scoccata l’ora dell’occhio di falco, altro che storie. Michel Platini, che ciurla nel manico da troppo tempo, cerca di sfilare la poltrona della Fifa sotto il sedere di Sepp Blatter, mantenendosi ancorato ai dogmi che rievocano ancora un calcio passato di moda, bisognoso di maquillage e di aria nuova. Fëdor Dostoevskij, non un cretino qualsiasi, riteneva che “per trasformare un uomo in una nullità, non bisogna fare altro che ritenere inutile il suo lavoro”. Capito, monsieur Platini?


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.