Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Zenit "la partita"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Gli ottavi in tasca
Qualificazione già ottenuta, ma attenzione alle brutte figure

di Andrea Anelli   È sempre il solito problema italiano, riuscire a giocarsi le partite all’altezza della propria fama e delle proprie possibilità nonostante l’obiettivo già raggiunto. Il compito più difficile per Allegri sarà proprio quello di mantenere alta la concentrazione, era già capitato ai suoi predecessori illustri, Ancelotti su tutti, di trovarsi in questa situazione e non riuscire a dare le giuste motivazioni per portare a casa una vittoria utile solo per le casse e le statistiche. Nell’anno dell’ultima Champions League conquistata dal Milan, i rossoneri persero in casa con il Lille per 2-0 una delle più brutte e deludenti gare dell’era Ancelotti. Lo stesso tecnico la definì così, nonostante un pre-partita molto caldo in previsione proprio di un epilogo già visto. Oggi il Milan è sicuro del secondo posto e non del primo, anche se come all’epoca nessuno avrebbe puntato un euro su un’eventuale vittoria finale. Allegri però ha faticosamente iniziato a costruire quel filotto di vittorie che da morale e sicurezza battendo Juventus, Anderlecht e Catania e sarebbe un peccato incappare un brusco stop proprio ora. Bisognerà fare i conti però con i russi che si giocano ancora la possibilità di proseguire in Europa. Lo Zenit ha 4 punti come i campioni del Belgio e sono pari anche negli scontri diretti, ma la squadra di Spalletti è avanti nella differenza reti quindi per passare come terza dovrà ottenere almeno lo stesso risultato dell’Anderlecht.  A ottobre nella gara d’andata finì 2-3 per il Milan con protagonista Abbiati, autore di grandi interventi in particolare su Hulk. Questa sera tra i pali dovrebbe esserci ancora una volta Amelia vista l’indisponibilità del numero 32, in difesa invece confermati De Sciglio e Constant sugli esterni con Zapata centrale insieme a Yepes. Dovrebbe tornare dal primo minuto anche Emanuelson e conferma per Boateng che finalmente a Catania ha trovato il gol che stava aspettando. L’augurio è naturalmente quello di ritrovare la spinta del Boa che tanto è mancata fin qui per continuare nell’opera di restauro stagionale. Rimane, come sempre, il dubbio Pato. Il brasiliano dovrebbe essere pronto, ma potrebbe anche prevalere la cautela e quindi rivederlo in campo a Torino contro i granata domenica pomeriggio.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.