Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Editoriale15
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

di Beppe Vigani

Il Decadentismo cala sul campionato dell’Inter, insofferente di qualsiasi legame, di qualsiasi ostacolo alla sua interminabile “fuga” da un mondo pieno di equilibrio. I nerazzurri come Paul Verlaine, teorico del Decadentismo. Dopo la prestazione contro la Juventus, la squadra di Ranieri si è celata nella forma estrema di romanticismo (proseguimento all’eccesso della corrente del celeberrimo poeta francese). Il sogno, l’immaginazione e la fantasia sono alcuni punti cui sarebbe giusto soffermarsi. Per non disperdere troppe energie cerebrali, è giusto pensare che la partita disputata dai campioni del mondo ancora in carica, contro i detestati bianconeri, è stata a dir poco onirica. La testa andava laddove i piedi erano distanti, il cuore batteva lontano dal corpo e la fantasia superava l’immaginazione. Uno stato di Decadentismo, quindi, che come quello romantico vive il contrasto tra ciò che è reale e irreale. Una tensione che tende al vittimismo quindi all’autodistruzione. Metafora dura da digerire per alcuni ma, per far capire meglio al lettore il dilemma, pongo la spada e riduco i termini in strofe comprensibili. Gli sfoghi di Massimo Moratti ed Ernesto Paolillo contro gli arbitri se li rammenta qualcuno o facciamo come Pantalone? La sindrome di accerchiamento che ha la società è ancora legittima, oppure è giusto pensare che la strada sia quella sbagliata? Ora c’è la Champions League e bisogna smettere di frignare. La Juventus ha dato un duro colpo alle ambizioni della Beneamata dalla lingua lunga, che ora è costretta ad andare a spolverare quelle coppe che sono in bacheca che appena diciassette mesi or sono dissero che era campione di tutto. Nessuno vuol essere nei panni di Ranieri, il quale, oltre a medicare le ferite, dovrà convincere i suoi uomini che la stagione è ancora all’inizio e che c’è tempo per rimediare. A cominciare da mercoledì contro il Lille, mediocre squadra francese che ha nell’astro nascente Eden Hazard uno dei ragazzi più interessanti del firmamento europeo. Tutto è nelle mani dei nerazzurri che, dopo tanto tempo, dovranno rimboccarsi le maniche per riconquistare credibilità, anche in campo internazionale. Oppure il Decadentismo comincerà a serpeggiare anche tra i tifosi: forse solo Baudelaire, Verlaine e Rimbaud si sentirebbero onorati.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.