Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Siena "Cugini in trasferta"
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

La befana al Friuli per Strama

L’Inter contro l’Udinese con il carbone di Ranocchia e Tommaso Rocchi nella calza

di Emanuele Tramacere  Finalmente si riparte! Aperti i regali, sparati i botti di fine anno ed alzati i calici verso il cielo per brindare al nuovo anno, anche la Serie A riapre i battenti per l’ultimo turno del girone d’andata. L’Inter ha valicato il 31 dicembre con grossa fatica, con poche energie e tante perplessità ereditate dall’ultimo incontro pareggiato, a fatica contro il Genoa. Guardandosi indietro Andrea Stramaccioni può sorridere a metà per i suoi 6 mesi passati alla guida della beneamata. Successi importanti, due derby vinti e l’esaltante vittoria dello Juventus Stadium, poi, però, il vuoto, con le numerose spie accese dai soli 8 punti conquistati nelle ultime 7 gare. Stramaccioni, tuttavia, ha avuto il merito di aprire – già con i successi della primavera campione d’Europa e d’Italia – il nuovo corso di una squadra arenata a lungo sui fallimenti di Benitez, Gasperini e Ranieri. Dal tecnico romano e con il tecnico romano è partita la ricostruzione di un’Inter vincente nel più breve tempo possibile. Messo alle spalle quindi questo 2012 ricco di alti, ma soprattutto infarcito di piccole delusioni, l’Inter si appresta ad aprire questo nuovo anno con la più insidiosa delle sfide, contro un avversario storicamente avverso, in grado di mettere in difficoltà i nerazzurri soprattutto sul piano del palleggio e della corsa. Guidolin è un perfetto stratega, l’Udinese ha radunato i suoi uomini 4 giorni prima dei nerazzurri e nonostante il mercato si appresti a lasciar partire Armero, uno dei protagonisti più attivi della straordinaria cavalcata della scorsa stagione, il tecnico dei friulani avrà a disposizione la quasi totalità della rosa. Saranno solo 4 gli assenti al Friuli, perché oltre all’infortunato Willians, infatti, Guidolin dovrà fare a meno dello squalificato Pinzi e degli “africani” Benatia e Badu già partiti per la coppa d’Africa. Tutto confermato, quindi, davanti a Brkic con il confermatissimo 3-5-2 incentrato sulle straordinarie giocate di un Antonio Di Natale in splendida forma alla vigilia e pronto a punire l’ex compagno di squadra Samir Handanovic. Passando a casa Inter, la befana ha portato in dote per il suo lunch match, ricche dosi di carbone per Andrea Stramaccioni che, nel pieno delle vacanze invernali, ha ricevuto dall’ormai acerrimo nemico Gianpaolo Tosel, la “lieta novella” del doppio turno di squalifica inflitto ad Andrea Ranocchia che, oltre a dover scontare la squalifica per diffida, ha rimediato un turno aggiuntivo per comportamento “intimidatorio” nei confronti del quarto uomo. L’assenza di Ranocchia, tuttavia, non stravolgerà i piani del tecnico romano, che continuerà sulla strada della difesa a tre, ma che sarà schierata con un inedito terzetto mancino composto da Samuel, Juan Jesus e Christian Chivu. Tralasciando la strana attenzione riservata dagli assistenti al primo arbitro verso i calciatori nerazzurri, Stramaccioni, però dovrà fare i conti anche con i primi respiri post-natalizi e, quindi, con una condizione atletica non del tutto ottimale, e con i lungodegenti affezionati all’infermeria di Appiano Gentile che, nonostante le due settimane di sosta, non hanno ancora completamente smaltito i loro infortuni. Non saranno del match, quindi, i vari Stankovic, Obi e Mudingayi – per un reparto mediano costantemente a ranghi ridotti – Castellazzi e Nagatomo – reduci dagli infortuni di coppa Italia – e i trequartisti Alvarez e Coutinho - entrambi, tra l’altro, candidati ad una possibile partenza nel mercato invernale. Già eccoci arrivati al capitolo mercato. L’inizio di questo 2013 ha già sparato il suo primo botto. Tommaso Rocchi è il nuovo vice-Milito. In tanti storcono il naso, qualcuno resta indifferente, ma il più entusiasta per questa operazione a forti tinte low-cost è il direttore d’orchestra di questa squadra. Per Andrea Stramaccioni l’insostituibile dell’attacco nerazzurro è Diego Alberto Milito e, augurandogli la più longeva striscia di gol, chi sulla piazza avrebbe accettato di sedersi costantemente in panchina sapendo di essere la ruota di scorta del Principe del Bernal? Di Julio Ricardo Cruz sul mercato non ce ne sono più e quindi ben venga l’ex “San Tommaso”. Come detto il centrocampo nerazzurro ha un estremo bisogno di sangue giovane. Come il Gondrano di Orwell, sfruttato oltre il suo limite nella costruzione del mulino, il solo Fredy Guarin (che ha rinunciato alla trasferta in Colombia durante le festività per mantenere il suo splendido stato di forma) sta trascinando la linea mediana di Stramaccioni che a gran voce sul mercato ha chiesto un centrocampista di qualità. Tanti nomi sono e saranno ancora fatti, da Lodi a Paulinho passando per la bufala di Raul Meireles (impossibile il suo trasferimento a causa del doppio impegno già sostenuto con Chelsea e Fenerbache) e concludendo con il nome che sta scaldando i cuori infreddoliti dei tifosi interisti: Frank Lampard. Da qui al 31 gennaio, ne siamo certi, di nomi ne usciranno altri e, forse, ancora più allettanti, ma resteranno legati a doppio filo alla puntata 100 della telenovela Sneijder il cui oneroso contratto in scadenza a giugno 2015 tiene sotto scacco gli uomini mercato nerazzurri. La via intrapresa dalla dirigenza porta costantemente al bivio rinnovo-cessione con l’olandese fermo sulla sua volontà di mantenere il suo status di ultra milionario. Sneijder, a queste condizioni, lascerà l’Inter, ma la momentanea assenza di proposte concrete per il trequartista blocca tutte le operazioni in entrata di Branca e Ausilio. Sarà un 2013, comunque, di continua rivoluzione. Il cammino intrapreso ad inizio 2012 è estremamente ripido e tortuoso, ma la sintonia fra dirigenza e panchina, il continuo coinvolgimento del settore giovanile, i progetti pluripremiati e celebrati all’estero come Inter Campus, hanno già tracciato il percorso da seguire con costanza e dedizione. I risultati, certamente, non tarderanno ad arrivare. Senza fretta e liberi da oneri gravosi, semplicemente spensierati.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.