Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Torino "Amarcord" n 5 2013
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

di Severa Bisceglia    Il terzino sinistro Francesco Coco, ritiratosi nel 2007 per iniziare la carriera di attore negli Stati Uniti d’America, esordisce da professionista con il Milan il 27 agosto 1995, nel campionato di Serie A ’95-’96, e, con la guida di Capello, vince lo scudetto. Dopo tre stagioni in rossonero, una parentesi al Vicenza, viene ceduto in prestito al Torino e, nonostante il difficile rapporto con Monsonico, gioca 21 partite. Torna a Milano a fine stagione, i granata retrocedono in Serie B, e segna solo due reti in 44 incontri disputati. Dopo l’esperienza con il "Barça"  torna a Milano per passare sull’altra sponda del naviglio. Nel 2002 il Milan e l’Inter fanno uno scambio alla pari tra Seedorf e Coco. Gioca in nerazzurro dal 2002 al 2005 e in tre stagioni, con tre allenatori diversi: Hector Cuper, Alberto Zaccheroni e Roberto Mancini, scende in campo pochissimo a causa dei continui infortuni. Fabio Galante, di ruolo difensore, viene acquistato dall’Inter nell’estate del ’96 per 5 miliardi di lire e vi rimane per tre anni vincendo anche una Coppa UEFA (97-98). Nel 1999 si trasferì a Torino giocando tre anni in Serie A e due stagioni in Serie B. L’attuale tecnico dell’Hellas Verona Andrea Mandorlini è cresciuto calcisticamente, di ruolo difensore, nel Ravenna. Dal 1978 al 1980 gioca per il Torino disputando solo 27 partite. Transitando dall’Atalanta e l’Ascoli, arriva all’Inter nel 1984 e vi resta fino al 1991. Disputa 180 partite andando in gol 9 volte. In nerazzurro vincerà lo scudetto dei record con Giovanni Trapattoni, una Supercoppa italiana e la Coppa UEFA nella sua ultima stagione all’Inter. L’attaccante uruguaiano Álvaro Alexander Recoba Rivero, soprannominato ‘El Chino’, iniziò la sua carriera da professionista con il Danubio. Nel 1997 lo acquistò l’Inter per sette miliardi di lire e nella stagione del suo esordio italiano segna tre gol in otto presenze. Entra nel cuore dei tifosi nerazzurri già alla sua prima partita a San Siro, contro il Brescia, nella prima giornata di campionato. L’Inter chiude la prima frazione di gioco sotto di un gol, al rientro dagli spogliatoi, in coppia con Ronaldo, mette in campo la vittoria della sua squadra con un gol dai 30 metri, per il momentaneo pareggio, e a seguire il gol vincente su punizione con palla a girare sotto l’incrocio dei pali. Si fermerà a Milano fino all’estate del 2007. In sei anni con l’Inter, rendendo in modo discontinuo anche a causa degli infortuni, ha vinto una Coppa UEFA, due Coppe Italia, due Supercoppe italiane e due Campionati italiani. Il 31 agosto 2007 Recoba lascia l’Inter e parte per Torino. Con i granata raccoglie poco, segna una sola rete in 22 partite di campionato e una doppietta negli ottavi di finale della Coppa Italia nel match di andata contro la Roma. Il Chino, negli anni passati in nerazzurro, fu coinvolto nello “scandalo passaporti” e subì una squalifica di 4 mesi, all’Inter, invece, costò una penale di due miliardi di lire. Vincenzo Scifo, nato in Belgio da genitori italiani e attuale tecnico del Mons, è stato centrocampista dell’Inter nella stagione ’87-’88 dove segna 4 reti in 28 presenze. Dopo tre anni passati all’estero fa il suo ritorno in Italia per indossare la maglia del Torino per due stagioni, acquistato per 8.7 miliardi di lire. Con il ‘Toro’ ha raggiunto la finale di Coppa UEFA, persa contro l’Ajax, e vinse la Coppa Italia l’anno seguente contro la Roma. L’allenatore dell’Inter, stagione ’97-’99, Luigi Simoni detto Gigi, ha giocato come centrocampista nel Torino per tre stagioni a partire dal 1964. Da calciatore professionista ha disputato in totale 368 partite e realizzato 62 reti. Appese le scarpette al chiodo tornerà a Torino come allenatore. Nella stagione 1997-1998 ha allenato l’Inter con la quale vincerà la Coppa UEFA, battendo per 3-0 la Lazio nella finale di Parigi, e otterrà solo il secondo posto nel campionato italiano, dopo che la squadra era stata in testa alla classifica nelle prime 16 giornate. Nella stessa stagione vincerà il premio ‘panchina d’oro’. Nicola Ventola, di ruolo attaccante, cresce nel Bari, squadra con cui esordisce in Serie A. Viene acquistato dall’Inter nel 1998 e nella sua prima stagione a Milano disputerà 21 partite segnando 6 reti. Tornerà in nerazzurro nella stagione 2001-2002 segnando 4 gol in 16 presenze. Dopo varie esperienze in altre società, nel giugno del 2007 firmerà un contratto biennale con il Torino. La nota più curiosa della sua esperienza torinese è nella partita Torino-Lazio, persa per 1-3, dove, a causa dell’espulsione del portiere Sereni, prende posto tra i pali. Se la cava bene ma nulla può contro il rigore calciato da Zárate. Ventola vincerà il Campionato d’Europa Under-21 (Slovacchia 2000) e i Giochi del Mediterraneo (Bari 1997). Nella primavera del 2004 sarà coinvolto con altri colleghi nell’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli inerente alle illecite combine e relative scommesse. L’inchiesta è relativa al suo periodo passato al Siena. Da queste accuse sarà ufficialmente assolto. Altra esperienza negativa riferita allo scandalo del calcioscommesse del 2011. Nel maggio del 2012 viene deferito dalla Procura federale della FIGC. Il 18 giugno successivo, in primo grado, gli viene confermata la squalifica di 3 anni e sei mesi. Christian Vieri, ex attaccante soprannominato Bobo, nella sua carriera ha giocato con dodici diverse squadre. Pelé lo ha inserito nella FIFA 100 e occupa ancora il 71° posto nella speciale classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata dalla rivista World Soccer. Il suo esordio in Serie A lo fa proprio con i granata il 15 dicembre 1991 contro la Fiorentina. Successivamente, dopo aver indossato la maglia della Juventus, dell’Atletico Madrid e della Lazio, arriva all’Inter nell’estate 1999, per la cifra record di 90 miliardi di lire, esordendo il 29 agosto nella gara contro il Verona, vinta 3-0 grazie alla sua tripletta. Contro il Brescia invece realizzerà una quaterna. In nerazzurro ha realizzato 123 reti in 190 gare disputate e vincerà un solo trofeo, la Coppa Italia 2004-2005 vinta contro la Roma. Insieme a Felice Borel, è l’unico calciatore ad avere vinto la classifica marcatori della Serie A con un numero di gol superiore al numero delle presenze. E’ stato premiato come miglior calciatore assoluto nel 1999 e miglior calciatore italiano nel 1999 e 2002. Nel maggio del 2012 Bobo Vieri, con altri colleghi, viene indagato per il calcioscommesse, ma non finisco qui i guai per l’ex attaccante: l’11 gennaio scorso viene indagato dalla Procura di Milano per concorso in bancarotta insieme all’amico, ex compagno di squadra, Cristian Brocchi. I due ex calciatori sono sotto inchiesta per un fallimento da 14 milioni di euro.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.