Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Parma "la partita" 9 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La testa fa la differenza
Affrontare il Parma e non pensare al Barça

Andrea Anelli    Dopo il mezzo passo falso all’Is Arenas, il Milan riprende la rincorsa al terzo posto proprio pochi giorni prima della gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League con il Barcellona. A San Siro arriva il Parma di Donadoni in un insolito venerdì sera che rischia di abbassare ulteriormente la concentrazione. Già, la concentrazione. È fin troppo facile intuire come sia questa la principale difficoltà cui dovrà porre rimedio Allegri e questo anticipo al venerdì potrebbe anche rendere il lavoro del tecnico più complicato. Un evento internazionale come Milan-Barcellona rende inconsciamente nervosi e particolarmente attenti a non farsi male tutti i giocatori, in più giocare in casa con un avversario di metà classifica rischia di essere vissuto quasi come una pratica ordinaria e noiosa da sbrigare. Invece no! Il Parma è una delle realtà più interessanti del campionato e i tre punti in palio valgono oro in una giornata che segue il pareggio di Cagliari e vedrà lo scontro tra Fiorentina e Inter oltre alla Lazio che farà visita al Siena già capace di fermare proprio i nerazzurri due settimane or sono.
All’andata furono El Shaarawy e Galloppa a firmare un pareggio tutto sommato giusto, ora invece non si può fallire e fa niente se il problema sembra l’incompatibilità tra Mario Balotelli e il Faraone; bisogna mettere da parte anche queste voci. El Shaarawy ha tirato la carretta dall’inizio della stagione e ora sta passando una fase di appannamento, dovuta anche a quel maledetto tendine del ginocchio che si fa sentire nonostante la giovane età. Balotelli invece è salito subito in cattedra, complici anche i due rigori trasformati, mettendo a segno tre reti in due gare. E’ bastato questo per scatenare la psicosi e allarmare inutilmente il mondo rossonero, che nel frattempo si chiedeva chi mai avesse servito l’assist per il primo gol da milanista di SuperMario. Compatibili dunque, anche se magari a segno andrà qualcun altro, magari Niang che chiuderà il tridente d’attacco come già accaduto nelle ultime uscite. Rientra Montolivo a centrocampo e ai suoi lati è probabile l’utilizzo di Muntari e Flamini con Boateng pronto a subentrare come a Cagliari. Incertezze più grandi in difesa, in cui Allegri non ha ancora trovato una coppia di centrali che ispiri fiducia. Mexes dovrebbe essere certo della maglia da titolare, mentre Zapata è in ballottaggio con il connazionale Yepes. Unico squalificato, Ambrosini. Dall’altra parte Donadoni dovrebbe disegnare un 4-3-3 con Paletta e Lucarelli centrali di difesa e il trio Marchionni, Valdes e Parolo a centrocampo. Piccolo inciso per Marchionni che Donadoni ha deciso di utilizzarlo molto di più nel vivo del gioco piuttosto che largo in fascia. Il tecnico gialloblu ha ricordato come anche lui all’epoca chiuse gli ultimi anni di carriera in quella posizione sfruttando  l’esperienza e la tecnica piuttosto che la freschezza atletica. Il tridente d’attacco vedrà Biabiany e Sansone a supporto di Belfodil, giocatore tenuto d’occhio da molti club europei.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.