Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Editoriale17
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

L’editoriale

di Beppe Vigani

Italia che scende, Italia che sale. Italia in bancarotta, Italia che urla. Italia nel panico, Italia che si sfalda. Italia che muore, Italia che rinasce. Italia che si divide. Socrate diceva: “È giunta l'ora di andare: io a morire, voi a vivere. Chi di noi vada verso ciò che è meglio, è oscuro a tutti tranne che a Dio”. Una frase su cui sarebbe meglio meditare. Una scelta, un ossimoro. Si parte dalla sentenza Tnas: lo scudetto 2006 rimane all'Inter. La Juventus non molla, si pronuncerà l'Alta Corte. Andiamo avanti. No, torniamo indietro. Massimo Moratti: “Balotelli lo riprenderei anche domani mattina”. Un plotone di esecuzione per il leader maximo dell'Inter, che ogni tanto perde l'occasione per stare zitto. All'epoca della dipartita di SuperMario non era a cercare telline sulla costa adriatica. Non è finita. Ciabatte ai piedi e cosa leggi? Il grande Lele nazionale ha puntato il dito contro Branca e alcuni dirigenti della Beneamata per averlo fatto fuori. Stiamo con lui perché ha fatto la storia dell'Inter. Non vorremmo fare gli acritici, ma è difficile avere pensieri positivi in tal senso. Dall'altra parte del Naviglio si sta meglio solo in classifica. I problemi di Gennarino Gattuso e Antonio Cassano sono un'ombra sul mondo di MilanLab. Nessuna invettiva o allusione, solo una perplessità: doverosa per chi vede e non guarda, per chi sente e non ascolta. Chissà qual è la verità: vi rimandiamo alla frase di Socrate dell'inizio. È un momento un po’così. È saltato il governo, Mario Monti sembra aver preso le redini in mano, la Lega Nord invoca la secessione, la sinistra vive in mezzo a indecisioni varie, insomma un rendez vous che aumenta l'incertezza degli italiani. L'unica certezza rimane il calcio, che sabato torna in un roboante turno di campionato con l'Inter che ospita il Cagliari e con il Milan che va a far visita alla Fiorentina, che ha appena battezzato Delio Rossi sulla sua panchina. A proposito d'incertezze... Aquila non capit muscas (l'aquila non prende le mosche), perché di solito cattura ben altro, diciamo noi. Un modo di dire verso coloro che credono sempre a tutto. Il dubbio fortifica le certezze, le certezze rende tutti un po' più deboli.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.