Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Milan "L'Editoriale" 11 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

di Beppe Vigani    Quest’anno ho visto Sanremo e non me ne vergogno. Musica anticonvenzionale, ma soprattutto tutto era sistematicamente sdrammatizzato dalla coppia Fazio-Littizzetto. Ha vinto l’ironia, la sacralità di questa kermesse è stata messa a nudo dalla genialità di “Elio e le storie tese” e dalla bravura dei due presentatori. E’ piaciuto a tutti. La formula azzeccata è stata l’ironia. Quella che manca nel calcio. Maurizio Mosca mi ripeteva sempre: “Dissacrare, fare sorridere e sdrammatizzare è molto più dura che dire cazzate, se riesci a farlo, però, sei un fuoriclasse”. La Rai nella “Domenica Sportiva” da anni lo fa (prima Teo Teocoli, poi Gene Gnocchi), La Fininvest a “Controcampo” aveva provato con Ciccio Valenti e Diego Abatantuono. Basta i toni esasperati che si odono continuamente, come se fare televisione fosse lavorare in catena di montaggio e tifare allo stadio fosse scavare in miniera. L’ironia di Giuseppe Prisco, apprezzato e rispettato anche da milanisti e juventini, il sarcasmo verbale di Dino Viola (presidente della Roma al tempo del secondo tempo) contro Gianni Agnelli, che rispondeva sempre in modo opportuno, spiritoso ed elegante. Altri tempi, forse quando si giocava più a calcio che a pallone. Quello che manca. “Non si può morire dentro” recitava una canzone. Giocatori, allenatori, dirigenti e presidenti si prendono sempre sul serio, senza mai regalare un po’ di allegria e ironia. Il calcio soffre, piange il passato di quando Rivera, Bedin o Lodetti prendevano il tram perché la sobrietà valeva ancora qualcosa. Le macchine erano già status-simbol, ma i giocatori non erano diventati ancora star di Hollywood. Le tv producono opinioni, vomitano sentenze e non sono per niente allegre. Qualcuno deve per forza arrabbiarsi, urlare altrimenti lo share cala. No, non è la fine del mondo, se qualche volta pensiamo che la nostra vita meriti qualcosa di più della solita tristezza. “Sorridi sempre, anche se il tuo sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c'è la tristezza di non saper sorridere”, lo diceva Jim Morrison.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.