Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Milan "Amarcord" 11 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

di Severa Bisceglia    Questo tuffo negli ex delle due squadre, intenzionalmente, verterà soprattutto negli ex ancora in attività e che imperversano le prime pagine dei giornali, a partire dall'uomo del momento, il tanto discusso e amato/contestato Mario Barwuah Balotelli, considerato già a 18 anni tra i primi 20 giocatori al mondo. L'attuale attaccante del Milan ha classe, abilità nei calci piazzati e nei colpi di testa, ha l'imprevedibilità e duttilità tattica tale da essere definito uno dei migliori calciatori nati dopo il 1989 nella lista stilata da Don Balón (rivista spagnola specializzata nel calcio spagnolo ed internazionale che ha chiuso i battenti, dopo 36 anni di attività, nel 2011). Super Mario, alla data del 10 febbraio scorso ha segnato 11 rigori su 11 calciati portando a casa il 100% del risultato. Il ghanese, naturalizzato italiano, è destinato a diventare un grande nel firmamento calcistico, se impara a tenere a freno la sua impulsività. "Sono italiano, mi sento italiano, giocherò sempre con la Nazionale italiana" questo il pensiero del ragazzo che all'età di cinque anni corre dietro al pallone con la squadra dell'oratorio di un quartiere di Brescia, città in cui cresce. Non ancora sedicenne esordisce in Serie C1 con il Lumezzate divenendo così il più giovane esordiente nella storia della categoria grazie a una deroga speciale concessa dalla Lega. L'Inter lo acquista, in prestito con diritto di riscatto della comproprietà, nell'agosto del 2006 inserendolo nel settore Allievi, poco dopo passato subito alla Primavera con la quale vince il campionato 2006-2007. Nella stagione successiva Roberto Mancini lo vuole in prima squadra e il 16 dicembre 2007, a 17 anni, esordisce in Cagliari-Inter seppur al 90'. Tre giorni dopo, grazie ad una doppietta in Reggina-Inter, mette in mostra tutte le sue potenzialità, da qui la sua carriera è in ascesa. Con l'Inter vincerà tutti e tre i trofei disputati nella stagione: Supercoppa italiana, divenendo il più giovane marcatore in Champions League della storia dell'Inter, lo scudetto e la Champions League. In nerazzurro conterà 86 partite, con 28 gol all'attivo, e la conquista di sei trofei: 3 campionati, 1 Coppa Italia, 1 Supercoppa italiana e 1 Champions League. Passando da Manchester City torna a Milano, sponda rossonera, il 31 gennaio di quest'anno firmando un contratto fino al 30 giugno 2017 per 4 milioni di ero netti a stagione più bonus. Altro ex attualissimo è il nerazzurro Antonio Cassano che, dopo l'esordio in Serie A con il suo Bari, ha continuato a far parlare di sé, non sempre per le gesta calcistiche, e che passando da Genova, Roma e Madrid arriva al Milan, con cui vincerà uno scudetto e la Supercoppa italiana, il 27 dicembre 2010. Con la maglia rossonera totalizzerà 33 presenze e 7 gol. Nell'agosto del 2012, indossando sempre la maglia numero 99, vien acquistato dall'Inter nell'operazione che porterà, oltre ad un conguaglio per 7,5 milioni di euro a favore della società nerazzurra, in rossonero Gianpaolo Pazzini. Il "Pazzo" arriva all'Inter, acquistato a titolo definitivo per 12 milioni di euro circa, nel gennaio 2011 e in occasione del suo esordio porta la squadra alla vittoria con una doppietta e un rigore a favore procurato sempre da lui. Sempre in nerazzurro festeggerà i 100 gol in carriera, oltre alla conquista della Coppa Italia e, in due stagioni, conterà 50 presenze e 16 gol. Oggi è in forza al Milan, dall'agosto 2012, come da contratto fino al 30 giugno 2015 ed ha segnato, in 20 partite giocate, 10 gol. Il 'regista' d'Italia Andrea Pirlo ha indossato i colori della beneamata, a soli 19 anni, per due stagioni giocando poco, solo 32 presenze a reti inviolate. Dal 2001 al 2011 ha finalmente mostrato al calcio, non solo nazionale, di quale calibro sono i suoi piedi con la maglia del Milan, segnando 32 reti in 284 presenze. Anche l'attaccante tedesco Oliver Bierhoff  ha indossato entrambe le maglie milanesi. Nel Milan, con cui ha vinto lo scudetto il primo anno, ha giocato le stagioni 98-01 segnando 37 reti in 91 presenze. Prima ancora, nel 1991, è l'Inter che punta su di lui ma non avrà mai l'onore di giocare neppure una sola partita in nerazzurro. Anche il centrocampista rossonero, autore del secondo gol al Barcellona, Sulley Muntari è reduce dai colori nerazzurri. Il ghanese viene ingaggiato dall'Inter nel luglio del 2008 per l'importo di 14 milioni di euro circa mostrandosi subito al grande pubblico segnando la rete del momentaneo vantaggio contro la Roma nella finale di Supercoppa italiana, vinta poi ai rigori. E' l'uomo che firma gli incontri importanti segnando contro Juventus, Napoli e Lazio. Resterà con l'Inter, esclusa una parentesi in prestito allo Sunderland, fino al 2012 totalizzando 66 presenze e 7 gol. Con la maglia nerazzurra vincerà due scudetti, una Coppa Italia, due volte la Supercoppa italiana oltre alla Champions League e una Coppa del mondo per club. Il 31 maggio 2012 passa, inizialmente in prestito, al Milan per 3 milioni di euro annui e l'esordio alla ventiquattresima giornata di campionato in casa del Cesena. Dopo uno stop di circa sei mesi, causato dalla rottura del legamento crociato anteriore durante una partitella con gli amici in Ghana, torna in forza al Milan più determinato che mai e lo ha dimostrato nel gol segnato al Barcellona.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.