Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Cossu -il personaggio-
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il Personaggio del Cagliari: Andrea Cossu

Cossu, tutto il veleno in una Briciola

Il giocatore del Cagliari è il vero leader della squadra di Ballardini, appena subentrato a Ficcadenti

di Beppe Vigani

Andrea Cossu è indiscutibilmente il faro del Cagliari. La squadra, che dopo la sosta della Nazionale sarà affidata a Davide Ballardini, non può fare a meno di questo funambolico artista dell’arte pedatoria. Nato come ala, fu trasformato in trequartista proprio dall’allenatore romagnolo nella stagione 2007-2008. È specializzato negli assist, tanto da essere uno dei migliori del nostro campionato. Inarrestabile nell’uno contro uno, bravo nelle punizioni e nei calci piazzati, ha raggiunto anche quella maturità tattica che l’ha completato. Il fisico minuto lo facilita nello scatto e negli inserimenti improvvisi, ma lo rende vulnerabile nei tackle e nei corpo a corpo che in questi ultimi tempi sta contrassegnando il calcio. Cossu è nato nel capoluogo sardo nel quartiere Fonsarda il 3 maggio 1980 e, cresciuto nelle giovanili della Johannes, squadra del cagliaritano, debutta a neanche a diciassette anni in Serie C2 con la maglia dell'Olbia, dove mette in luce buone qualità che convincono il Verona ad acquistarlo per rafforzare la sua primavera. Nel gennaio 1999 è girato in prestito al Lumezzane, in Serie C1. Questa situazione va avanti fino al 2002 quando dal Verona è girato alla Torres, anch’essa in C1. Nella stagione 2002-2003 finalmente si ritaglia un posto da titolare nella squadra scaligera in serie B. Il giocatore, però, non riesce a sbloccarsi, ma l'anno successivo segna l'arrivo in panchina del suo mentore Sergio Maddè. Nel 2004-2005, Cossu diventa un giocatore fondamentale per l'Hellas: realizza sei reti, il suo record tra i professionisti. L’anno successivo arriva la chiamata del Cagliari. L'ultimo giorno del mercato estivo del 2006 segna il suo ritorno all'Hellas, dove ormai trova un posto da titolare inamovibile. Non è una bella stagione, ma le sue caratteristiche convincono i sardi ad acquistarlo definitivamente nella sessione di mercato invernale del 2008. Le sue doti tecniche fanno subito conquistare al piccolo fantasista una maglia da titolare che gli permette di esprimere appieno le sue potenzialità. Ballardini lo inventa trequartista dietro le due punte. Il suo approdo fa fare il salto di qualità al Cagliari che, anche con l’arrivo di Jeda e il portiere Marco Storari, conquista 25 punti in 15 partite, salvandosi comodamente. Nella 37sima giornata di campionato a Udine, l'11 maggio 2008, il fantasista cagliaritano mette a segno il suo primo gol in Serie A. L’anno successivo, con l’arrivo in panchina di Massimiliano Allegri, diventa elemento insostituibile. La sua continuità e affidabilità, condite da estro tecnico, convincono Marcello Lippi a farlo esordire in Nazionale nell'amichevole del 3 marzo 2010 allo Stadio Louis II nel Principato di Monaco contro il Camerun, l'ultima prima dei Mondiali. È convocato per il ritiro della Nazionale azzurra in vista del Sudafrica. Ma viene escluso della lista dei 23 atleti effettivamente convocati per la competizione.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.