Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Bologna "la partita"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Ripartire dal campionato!

L’Inter contro il Bologna per dimenticare il Tottenham e ritrovare la compattezza persa ad Appiano

di Emanuele Tramacere      Riposare, dimenticare, ripartire! Sono tre gli imperativi categorici che Andrea Stramaccioni ha imposto alla sua squadra dopo l’umiliante e schiacciante 3-0 rimediato a Londra contro il Tottenham in Europa League. Una sconfitta senza se e senza ma, che ha mostrato tutti i limiti strutturali di una rosa attrezzata ben poco a supportare e sopportare più di una sola competizione alla volta. Il progetto di crescita, iniziato nei primi giorni del 2012, passa anche da queste cocenti delusioni. Sarebbe facile addossare la colpa a Stramaccioni oppure a dei ragazzi che, per la maggior parte, si stanno affacciando per la prima volta a una competizione importante con una maglia così pesante come quella nerazzurra sulle spalle. E allora riposare, dimenticare e ripartire diventano un diktat che tutti i tifosi nerazzurri dovrebbero fare propri e stamparsi a caratteri cubitali sulla propria agenda del tifoso perché l’obiettivo primario dei nerazzurri, in questa stagione, non è la conquista dell’Europa League, il raggiungimento del terzo posto o di una finale di coppa Italia. Il vero obiettivo di Stramaccioni e di tutta la dirigenza nerazzurra è e deve continuare a essere quello di crescere di giorno in giorno in un processo che porterà l’Inter a competere ad alti livelli nel giro di un paio di anni. Per molti sarà difficile da comprendere, ma il 3-0 rimediato in Inghilterra è ben meno pericoloso e dannoso della fantomatica “talpa” che si aggira fra le mura di Appiano Gentile. In questo momento, infatti, alla squadra serve soltanto serenità e fiducia che nella settimana decisiva per quello che riguarda il campionato e l’Europa League è tremendamente mancata. La talpa, se mai è esistita, ha avuto in ogni caso un solo e unico merito: riabilitare al 100% la figura dell’allenatore romano, fino a poche settimane fa bistrattato da tutti i mezzi d’informazione, diventati sempre più critici verso una gestione della squadra priva d’identità, ma soprattutto di risultati.  E invece ha avuto ragione lui, il giovane tecnico trentasettenne ha puntato i piedi, rischiando, ma portando a casa risultato e credibilità a discapito, se vogliamo, del suo miglior nemico Antonio Cassano, rimasto appiedato alla Pinetina in attesa di redenzione. Ciò è arrivato nel corso della settimana, tanto da consentire al talento barese di prendere parte alla sanguinosa trasferta europea in quel di Londra. Stramaccioni l’ha dichiarato apertamente, piuttosto che l’Europa League io punto al terzo posto. E allora tutti a San Siro aspettando un Bologna sempre più tranquillo e sempre più prossimo alla soglia salvezza dei 40 punti che, numeri alla mano dista soltanto 8 lunghezze. Pochi stimoli e pochi interessi quindi per gli emiliani? Tutt’altro. Come sempre le strade che collegano Milano con Bologna sono ricche d’intrecci e incroci pericolosi che forniranno agli uomini di Stefano Pioli importanti motivazioni. Giocare, infatti, contro una grande squadra, soprattutto per calciatori che sognano nel loro futuro i palcoscenici più importanti di Italia e d’Europa, è spesso sinonimo di prestazioni eccellenti. A proposito di palcoscenici sognati e di grandi intrecci di mercato, i nomi di Alessndro Diamanti, Panagiotis Kone e Renè Krhin sono solo tre dei tanti protagonisti di questa grande annata bolognese entrati nella “strana” orbita del mercato nerazzurro. Diamanti si è trasformato, dopo un inizio stentato dell’intera formazione rossoblù, nel faro e nel giocatore simbolo di questa grande annata. Con le sue giocate sta ispirando, di domenica in domenica, l’attacco di mister Pioli, coronando la sua magica stagione con 7 magnifiche perle, non ultima quella messa a segno contro il Cagliari all’Is Arenas. Se per Diamanti la titolarità contro i nerazzurri non è assolutamente in dubbio nel confermatissimo 4-2-3-1 bolognese, il destino nerazzurro che accomuna Krhin e Kone si interseca proprio nella possibilità di calcare con successo il misto sintetico di San Siro. Il trequartista greco, soprannominato “l’ammazzagrandi” per l’elevata propensione ai gol pesanti contro squadre blasonate non sarà della partita perché squalificato e proprio il centrocampista sloveno in comproprietà fra Inter e Bologna è il papabile candidato a prenderne il posto. Se l’abbondanza, soprattutto nel reparto avanzato, potrebbe essere considerata il problema di Stefano Pioli in vista del match, il discorso completamente opposto, ancora una volta, sarà riservato ad Andrea Stramaccioni. Alle prese con le diffide di Palacio, Cambiasso e Juan Jesus (probabile un cartellino comandato per l’attaccante argentino), con la squalifica di Handanovic e con gli infortunati di lungo corso, il giovane tecnico trentasettenne dovrà schierare, ancora una volta una formazione quasi del tutto obbligata. Kuzmanovic prenderà sicuramente il posto di un Gargano terrificante in terra londinese e la fiducia riposta in Alvarez potrebbe comunque preferirlo ad un più statico e polemico Antonio Cassano. Il vero ballottaggio, tuttavia riguarda il ruolo che, come già accaduto a Catania, potrebbe ricoprire Dejan Stankovic. Il centrocampista serbo è l’unico mediano dotato di un bagaglio tecnico in grado di far girare il motore finora ingolfato di una squadra che viaggia a regime minimo. L’unico dubbio è capire quanti minuti ha davvero nelle gambe il senatore interista? Tanti dubbi, quindi, forse troppi ed una mente ancora, purtroppo ancorata ad insuccesso che ha ribaltato ancora una volta le convinzioni di un gruppo che vive sull’onda emotiva degli alti e bassi susseguiti ai risultati ottenuti sul campo. Il ruolo di Stramaccioni sarà fondamentale per ridare fiducia e condizione ad un ambiente con le batterie a terra. Riposare, dimenticare e ripartire anche e soprattutto da Andrea Stramaccioni. Talpa permettendo…


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.