Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
iosonopompilio
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Iosonopompilio

 444 milioni di euro

Il resto è vita

di Cesare Pompilio

La richiesta della Juventus di 444 milioni di euro alla Federcalcio come risarcimento danni del 2006 a oggi è arrivata al Tar del Lazio (tribunale amministrativo regionale). La notizia ha fatto il giro del mondo. Le agenzie di tutto il pianeta non credevano ai loro occhi. I massimi dirigenti dello sport italiano in privato pare si siano dati “il cinque”. In pubblico sono stati duri e precisi. Petrucci, presidente del CONI, ha detto che “ci sono più avvocati che allenatori”. Basta con gli avvocati. Abete, presidente della Federcalcio, ha esclamato che s’aspettava che la Juve andasse al Tar. Moratti, presidente dell'Inter, ha definito un gesto di cattivo gusto. La cosa che rimane impressa nella mente dei tifosi, è la cifra richiesta dalla Juve e non viceversa. Cioè, non è stata la Federcalcio a offrire un risarcimento ma è la società torinese a richiederlo. Per chi ha vissuto la Juve di Gianni Agnelli, oggi non riesce a capacitarsi. Con l'Avvocato c’era uno stuolo di vassalli che si recava a Torino dove era un onore essere ricevuti dall'Avv., parlare col dottore (Umberto Agnelli) era più... agevole. Quello che andava bene alla Fiat andava bene all'Italia e... alla Juve. Al Processo di Napoli, nell'aula 216 del Tribunale di Napoli, era impalpabile l'antijuventinità degli astanti. Condannare Moggi significava azzannare la Juve. Ci sono riusciti? Alla prima, sì. Se Andrea Agnelli avesse partecipato a qualche udienza avrebbe recepito. È odio puro. Come si può pensare che un giudice a Berlino dia ragione alla Juve? Eloquente è stato il comportamento della Federcalcio al Tnas: gli avvocati della Figc con quelli dell'Inter erano a braccetto contro la Juve. Come si può pensare per un attimo che la Federcalcio, “un organo gestito con precisione” dice Petrucci, possa dare una lira alla Juve? Il cuore mi batte forte, il cervello va veloce, i sentimenti sono paralleli alle aspettative; la via alla normalizzazione è vicina. Saranno tre righe a chiudere una ferita che sanguina, saranno tre parole tra compari per chiudere un caso nato male e finito peggio? Perbacco. E dire che ci voleva così poco: lasciare Romy Gai al suo posto? No: lasciare Luciano Moggi o quanto meno difenderlo o esternare solidarietà? No. Invece, eccoci: da errori a errori. Cobolli, Blanc, Secco, Marotta? Anche Marotta! Orde di operatori di mercato come corvi si sono avventati sul cadavere (incompetenza) della Juve. Felipe Melo, Martinez, Amauri, Iaquinta e mi fermo qui. Le risate sganasciate in alcuni ristoranti milanesi da parte di operatori di mercato senza scrupoli che vedevano nella Juve del “dopo Moggi” una tavola imbandita... Soldi per tutti... Perfino don Luigino Delneri è riuscito a diventare allenatore dei bianconeri. Don Peppino Marotta ha sbagliato una campagna acquisti lo scorso anno. E quest’anno? Pure. Chi se frega, la Federcalcio rimborsa le spese? Fatemi un fischio il giorno in cui la Figc farà il bonifico. Andrea, ascolta: prova a fare piazza pulita, si diventa miliardari guadagnando… un euro al giorno. Sai io sono nato povero e nessuno mi ha insegnato a rubare. Questo lo ha detto Moggi? Allora Luciano ha ragione.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.