Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Juventus "Formula1" 16 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

PRIMO BILANCIO ASPETTANDO SHANGHAI

Delusione Alonso dopo il secondo Gp della stagione, Massa c’è

di Debora Cheli      Passata la sbornia di champagne dopo il secondo posto in Australia, Fernando Alonso ha avuto un brusco risveglio a Sepang, una doccia fredda quanto la pioggia che bagnava il circuito malese domenica scorsa. Un contatto al secondo giro con la Red Bull di Sebastian Vettel in un tentativo azzardato di sorpasso dello spagnolo causa un danno al muso della sua vettura, sottovalutato dal muretto della Ferrari, particolare che si rivelerà fatale per le sorti della gara. L’ala anteriore è gravemente danneggiata e il pilota iberico esce mestamente di scena sulla ghiaia. Il team manager Domenicali non nasconde l’amarezza, ammettendo di aver sbagliato a non farlo rientrare subito ai box. A salvare l’onore della Scuderia ci ha pensato Felipe Massa che, dopo un avvio di gara difficoltoso, è riuscito a strappare la quinta posizione. La F138 del brasiliano sembrava andare meno forte rispetto a Melbourne, specialmente con le gomme intermedie. A due settimane dal prossimo appuntamento in Cina la Ferrari sa comunque di avere una monoposto competitiva e che potrebbe essere davvero l’anno buono per riportare a Maranello il titolo mondiale.

Approfittando dell’assenza del suo principale rivale, Vettel si è aggiudicato la vittoria del GP della Malesia, davanti al compagno di squadra Mark Webber. Doppietta Red Bull e balzo in prima posizione del team in classifica costruttori, mentre il tedesco è saldamente in testa a quella piloti. I risultati non devono trarre in inganno : ai box è guerra. Webber non ha ancora digerito il sorpasso del compagno di squadra al 46esimo giro, iniziativa sconsigliata anche dal muretto, ma ignorata da quest’ultimo. A poco sono servite le scuse del vincitore all’australiano, la rivalità fra i due resta oltre i livelli di guardia. Il gesto del tre volte iridato è un precedente pericoloso che potrebbe giocare a suo sfavore nel corso del campionato. Vettel, per il momento, sa di poter contare su una macchina altamente performante e di essere ancora l’uomo da battere. Rapporto difficile anche fra Hamilton e Rosberg, accentuato dalle strategie di gara della Mercedes. Il pilota inglese, terzo al termine della corsa, ha ammesso di essere stato favorito dagli ordini di squadra, ai danni del compagno che era nettamente più veloce di lui, ma che per il bene del team si è accontentato del quarto posto. Hamilton ha chiesto scusa all’interessato, spegnendo le polemiche sul nascere. Restano i risultati molto positivi ottenuti in pista delle due monoposto, seriamente candidate a competere per il titolo. Meno brillanti che a Melbourne, le Lotus tengono il passo grazie al sesto e al settimo posto ottenuti rispettivamente da Grosjean e Raikkonen a Sepang. Il finlandese aveva beffato tutti vincendo in Australia, ma questa volta ha dovuto fare i conti con una penalizzazione della posizione di partenza (per aver ostacolato Rosberg in qualifica) e con una macchina meno performante del francese. Disastro invece sul fronte McLaren, con il povero Jenson Button in lotta per le prime posizioni ma rallentato fatalmente da una ruota mal fissata dai suoi meccanici. Finisce 17esimo, mentre il compagno di squadra Perez è giunto soltanto nono al traguardo. 


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.