Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Atalanta "I Cugini" 17 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Il ponte “Vecchio” per la Champions

Fondamentale lo scontro con i viola per l’Europa che conta

di  Andrea Anelli        Il Milan a Firenze, a otto giornate dalla fine, potrebbe circoscrivere quasi definitivamente il discorso Champions League a tre squadre potendosi concentrare solo sull’infinita rimonta in atto, ormai, da un girone a questa parte. L’ultimo vero scivolone d’inizio stagione coincide proprio con la sconfitta interna subita contro i viola, un secco 1-3 che non ha lasciato spazio a scuse o bicchieri mezzi pieni. Il gioco spumeggiante della Fiorentina d’inizio stagione ha travolto un Milan che all’epoca poteva contare solo su una grande voglia di risalita, la condizione atletica sarebbe arrivata poi nelle giornate successive anche grazie a importanti vittorie. La situazione ora è mutata radicalmente, il +6 di vantaggio dà la possibilità ai rossoneri di spingere i viola a -9 a sette giornate dalla fine e infliggere così un colpo duro alla concorrenza ora più accreditata. Nelle ultime settimane si è verificata anche un’inversione di tendenza per quanto riguarda le panchine, una possibilità remota, ma affascinante e comunque degna di nota. Fino a pochi mesi fa Allegri era destinato a non mangiare il panettone, poi in discussione per la calza della Befana, infine le chiacchiere carnevalesche; poi qualcosa è cambiato. Le continue conferme da parte di Galliani e la risalita in classifica hanno puntato i riflettori sull’allenatore toscano, ora cercato anche da altri club italiani e stranieri. Ricordiamo che ad Allegri scade il contratto alla fine della prossima stagione e lui vorrebbe iniziarla con la garanzia di un prolungamento per lavorare tranquillo su traguardi prestigiosi come la Champions 2013-2014. In caso di diniego da parte della società, la pazza idea potrebbe essere quella di un Massimiliano Allegri tentato da altre esperienze e in quest’ottica il nome di Vincenzo Montella è tra i più accreditati. Non sarebbe un ex milanista, condicio sine qua non per sedersi sulla panchina rossonera, ma la filosofia del bel gioco espressa dall’areoplanino ha colpito il patron Berlusconi e non solo. Tornando al campo, Montella ha di che lamentarsi con la sfortuna. Due pedine fondamentali come Gonzalo Rodriduez e Stevan Jovetic non saranno della partita, squalificato il primo, infortunato il secondo. È innegabile che anche la stagione della Fiorentina passa per questa partita. L’ingresso in Champions potrebbe convincere le stelle a rimanere per cementare un progetto comune, diversamente gente come Borja Valero o lo stesso Jovetic potrebbero essere affascinati da club più blasonati. In casa Milan invece rimane out Pazzini (comunque in fase di recupero) per dare spazio di nuovo al tridente visto a Verona con l’unico dubbio legato a Robinho in ballottaggio con Boateng. Gara speciale per Montolivo che torna al Franchi da avversario e pronto a ricevere l’accoglienza “speciale”. In difesa dovrebbero essere confermati i quattro visti a Verona con il dubbio Constant al posto di De Sciglio.
Il ponte per la Champions assomiglia molto a quello Vecchio di Firenze, attraente e pieno di maestri orafi, non può che essere così il passaggio diretto all’elite del calcio che conta.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.