Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Napoli "Formula1"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

MONDIALE DI F1, SI RIPARTE.

Al via il GP di Cina e fra sette giorni rendez-vous in Bahrein

Debora Cheli      Sembra passato un secolo da quando la Ferrari di Rubens Barrichello sfilava in testa sotto la bandiera a scacchi del primo Gran Premio di Cina, nel lontano settembre di nove anni fa. Quasi una decade più tardi l’appuntamento ha fluttuato nel calendario passando dalla fine all’inizio della stagione, diventando a oggi la terza prova del mondiale. Invariato è rimasto il luogo, il circuito di Shanghai, che con i suoi 5.451 km per 56 giri è concepito per mettere in luce la velocità e il valore tecnico di chi guida. La pista, disegnata dall’architetto Hermann Tilke, presenta un insieme esaltante di rettilinei larghi a facilitare le manovre di sorpasso e di curve strette, dove il pilota deve sapientemente dosare l’acceleratore.  La forma del tracciato ricorda il carattere cinese «Shang», che significa  «alto» o «superiore».  Un omaggio alla città ospitante a suggerire, non a torto, che solo i più grandi possono mettere  la firma. Uno di questi é Michael Schumacher: qui ha colto la sua ultima vittoria a bordo della Ferrari e ancora oggi detiene il record del giro più veloce con un tempo di 1:32.238. Non è quindi un caso se nel palmares compaiono i nomi  dei piloti attualmente più quotati per il titolo. Sebastian Vettel non poteva mancare nell’albo d’oro del Gran Premio di Cina. Il tedesco, primo nell’edizione 2009, è il pilota partito più volte dalla pole position; ha il vantaggio, inoltre, di essere al momento in vetta alla classifica con 40 punti, contro i 31 di Raikkonen, suo diretto inseguitore, e davanti all’altra Red Bull di Mark Webber. Il giovane talento, oltre al compagno di squadra, dovrà vedersela con un nutrito gruppo di avversari, anch’essi specialisti del circuito cinese. Basti pensare a Fernando Alonso, primo classificato dell’edizione 2005, poi secondo per due volte consecutive, in cerca di riscatto e di una vittoria che non arriva dal GP di Germania, vale a dire dal luglio scorso.  Un’eternità per un professionista di talento come lui. Da quando è in Ferrari, non è mai riuscito a salire sul podio in questa gara: miglior piazzamento il quarto posto ottenuto tre anni fa. L’ultima vittoria del Cavallino Rampante a Shanghai invece risale al 2007, quando al volante della rossa c’era Kimi Raikkonen. Per quanto riguarda la scorsa stagione, lo spagnolo aveva concluso la gara in nona posizione, mentre Felipe Massa era giunto solo 13esimo. Nico Rosberg tagliò il traguardo per primo in quell’occasione, partendo dalla pole e registrando il primo successo della Mercedes su questo tracciato. Il suo compagno di squadra attuale, Lewis Hamilton, é riuscito a fare meglio imponendosi per ben due volte nel 2008 e nel 2011, quando era ancora in McLaren, risultando ad oggi il pilota con il maggior numero di vittorie ottenute sul circuito asiatico. Il team tedesco ha dalla sua una coppia d’eccellenza, tuttavia resta da definire la strategia da adottare al muretto qualora si ripetesse una situazione simile a quella vista in Malesia.  Scuderia che insieme alla Ferrari ha vinto di più in Cina, la McLaren punta a un ruolo da protagonista. Il pessimo inizio di stagione non deve portare a sottovalutare il team di Woking. Su questa pista la squadra inglese ha ottenuto 9 podi in totale, mentre Jenson Button ne ha ottenuti  4, compreso un primo posto tre anni or sono al volante della Brawn Gp.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.