Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Parma "gli Ospiti" 20 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Stracotti a mezzogiorno

Giovanni Labanca      Donadoni è il primo ad esserci rimasto male domenica scorsa. Prendere tre belle sberle in casa dall’Udinese, privo di Di Natale, nessun grande mago avrebbe potuto prevedere un simile risultato. Un pareggio avrebbe accontentato il pubblico del Tardini. Invece no. Ora, ammesso che la rabbia sia sbollita e la forma sia stata recuperata da parte dei giocatori, con quale animo si presenta al cospetto dell’Inter? In altri tempi, non ci sarebbe stata storia, anche se i parmigiani qualche brutto quarto d’ora lo hanno fatto passare ai nerazzurri. Vista l’Inter di  queste settimane, cacciata  a malo modo dalla Roma anche dalla Coppa Italia, il mister ex milanista non diciamo che possa stare tranquillo, ma più di una speranza lo accompagna a Milano,  sul suo vecchio palcoscenico, dove ha mostrato spettacolo e ricevuto i meritati applausi. L’Inter è in crisi nera e come  una qualsiasi compagine di metà classifica è in cerca di  un punticino  da aggiungere, per maggiore sicurezza, al magro bottino rimediato finora. I sudditi del Granducato queste cose le  sanno bene, anche per aver castigato l’Inter l’anno scorso in casa propria, senza paura. Allora, perché avere paura, perché non tirar fuori le unghia e mostrarle tutte alla spaurita Beneamata? E’ un trucco che si può tentare e se va bene si può riportare sana la pelle a casa per la cena, altrimenti c’è sempre pronto l’alibi della partita fuori casa, dove, quasi per legge divina, si debba per forza perdere, senza coraggio e dignità. Questa logica fa arrabbiare Donadoni. Il mister, dopo aver parlato e giustificato il passo falso sotto le mura amiche, ha lavorato bene ai fianchi e preparato psicologicamente gagliardi giovani, fino quasi a restituirli sani e forti come ad inizio di stagione. Non troveranno sicuramente del buon parmigiano stagionato, ma tre punti farciti e cotti a puntino in sugo di ragù, magari con una bella cotoletta alla milanese ed un succulento risotto giallo alla zafferano. Insomma, un bel pranzetto di cui non si potrà non sentire il forte richiamo, perché è molto importante  farne subito un bel boccone, se la squadra vuol rimettere in piedi la sua classifica  e non farsi risucchiare dalle emergenti squadre che non aspettano altro che qualcuna delle rivali faccia un passo falso. A queste considerazioni si aggiunge perentorio il presidente Ghirardi al quale, dal primo all’ultimo, i giocatori non possono non rispondere che in un modo solo: vincere. Almeno così assicurano, molto carichi, Amauri, Biabany e compagni, per farsi perdonare, pronti a lanciare nella Scala del Calcio un magnifico “ do di petto”,  che dovrebbe culminare con un bel “Vincerò”. Ora bando alle chiacchiere, lo chef chiama a gran voce perché ha già  portato a tavola, manco a farlo apposta, degli speciali ‘parmacotti’. Buona appetito.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.