Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Parma "Amarcord" 20 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Severa Bisceglia      L’Imperatore, dall’omonimo sovrano dell’antica Roma, Adriano Leite Ribeiro, noto semplicemente come Adriano, con l’Inter, oltre alla conquista di tre scudetti, tre Supercoppa italiana e due Coppa Italia, è riuscito a vincere anche il premio “Bidone d’Oro” quale peggior calciatore della Serie A. Nell’estate del 2001 approda per la prima volta a Milano, ma trova poco spazio in una rosa che annovera attaccanti dal calibro di Vieri, Ronaldo, Ventola, Kallon e il super protetto Alvaro Recoba. L’esordio in nerazzurro lo fa all’88’ di gioco nell’amichevole valevole per il ‘Trofeo Santiago Bernabéu’ contro il Real Madrid realizzando la rete decisiva dopo solo due minuti di gioco con una bordata su punizione dal limite. In Serie A esordisce a Parma e l’unica rete la segna al Venezia. Dopo solo 8 presenze con la maglia della Beneamata viene mandato a ‘svernare’ in prestito alla Fiorentina e successivamente, in comproprietà, al Parma. Nella stagione 2002-2003 con Adrian Mutu forma una coppia d’attacco irresistibile che lo porta a realizzare 15 reti in 29 partite. La stagione successiva parte benissimo, 8 reti in 7 incontri, è capocannoniere del campionato, ma si infortuna ed è costretto a saltare tutto il resto del girone d’andata. Con gli emiliani ha totalizzato 23 reti in 37 presenze. Nel gennaio del 2004 fa ritorno all’Inter che acquista anche l’altra metà del cartellino per 15 milioni di euro circa contribuendo, con 9 gol, alla qualificazione ai preliminari di Champions League dei nerazzurri. La stagione successiva risulterà decisivo nella conquista della Coppa Italia contro la Roma, suoi i due gol nella partita di andata, segnando 16 reti in campionato, 2 in Coppa Italia e 7 in Champions League, esclusi i preliminari. Anche nel campionato successivo ne è protagonista chiudendo la stagione con 20 gol di cui 16 in campionato. Il centrocampista Dino Baggio arriverà all’Inter, per una sola stagione, in prestito dalla Juventus, un gol per lui in 27 presenze. Dopo due stagioni ancora in bianconero viene ceduto definitivamente al Parma allenato da Nevio Scala. Con i ducali giocherà dal ’94 al 2000 segnando 19 reti in 172 presenze. Tanti i calciatori che hanno indossato entrambe le maglie dall’interista nel cuore Nicola Berti passando per Stefano Bettarini, che ha giocato nelle giovanili dell’Inter, fino ad arrivare a Matias Almeyda, Marco Ballotta, Giovanni Bia, Marco Branca, Benito Carbone, il campione del mondo Fabio Cannavaro e tantissimi altri. Quanti di voi ricordano il centrocampista portoghese Sérgio Paulo Marceneiro da Conceição che con la Lazio in due anni vincerà uno scudetto, una Coppa delle Coppe una Supercoppa Europea, una Supercoppa italiana e una Coppa Italia? Dopo l’esperienza positiva nella Capitale brilla meno nell’unica stagione con il Parma, 5 reti in 25 presenze, e splende ancora meno nei due anni passati all’Inter anche a causa di un infortunio importante. In nerazzurro segnerà una sola rete in 45 presenze. L’ex attaccante argentino Hernán Jorge Crespo apre e chiude la sua esperienza in Italia con il Parma. Nell’agosto del ‘96, all’età di 21 anni, viene acquistato dalla squadra emiliana per 8 miliardi di lire. Segnerà 12 reti nella prima stagione e altrettante nella seconda. Il terzo anno con i Ducali è quello della consacrazione: 16 gol in campionato, la conquista della Coppa UEFA contro il Marsiglia grazie anche ad una sua marcatura, il successo in Coppa Italia contro la Fiorentina, segnerà in entrambe le finali, e la conquista della Supercoppa italiana contro il Milan, ancora una volta grazie anche ad un suo gol.. Passando dalla Lazio, dove vincerà il come premio la Scarpetta d’Argento,  approda all’Inter, per una sola stagione, il 31 agosto 2002 per 38 milioni. In campionato non renderà molto, ma contribuirà alla conquista della semifinale di Champions League con 9 reti. Dopo una stagione passata al Chelsea e una al Milan farà ritorno in nerazzurro con cui vincerà una Supercoppa italiana e tre scudetti consecutivi, nella prima stagione vincerà anche la classifica cannonieri con 20 reti. Dopo un anno passato al Genoa torna al Parma, a dieci anni di distanza dalla prima esperienza in gialloblu, a titolo gratuito. Anche Oscar Damiani, partendo dalle giovanili dell’Inter, ne ha fatta di strada fino ad approdare al Parma, quasi a fine carriera, per una stagione. L’attaccante Marco Delvecchio l’esordio in Serie A lo fa proprio con la maglia dell’Inter nella stagione 91-92 senza, però, trovare grandi spazi, solo quattro le presenze e senza gol all’attivo. Dopo un anno passato al Venezia e uno all’Udinese, torna in nerazzurro, ancora per una sola stagione, giocando 33 partite e segnando 5 reti. I successivi dieci anni passati alla Roma, soprattutto quella di Capello, lo consacreranno campione. La stagione 2005-2006, prima di appendere le scarpette al chiodo, gioca con il Parma e segnerà un gol in otto presenze.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.