Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Lazio "Inter Club Templari" 23 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Inter Club Templari

Giovanni Labanca       Il primo anello arancione dello stadio di San Siro è occupato da una folta schiera dei 902 soci dell’Inter Club Templari, il più antico dei colori nerazzurri fondato da Ugo De Pagani. Oggi diretto, con orgoglio e competenza, dal presidente Angelo De Candiziis, dal segretario Pietro Gallenzi e da Maurizio Fusco del direttivo. Pur confermando l’assoluta fiducia a sostegno dei colori nerazzurri con la stessa fede e passione di sempre, lo sconforto per l’attuale posizione in classifica, e le continue delusioni, è tangibile nell’intero gruppo che, però, non si arrende. Condivide poco alcuni atteggiamenti dei calciatori oltre ad alcune decisioni prese dall’alto. Lo stesso presidente De Candiziis accetta malvolentieri questa annata disastrosa, consapevole che gli infortuni sono da considerarsi solo un pretesto. Fra i tanti problemi non va sottovalutato neppure un mercato deludente che ha portato alla Pinetina calciatori che non si sono dimostrati assolutamente giocatori da Inter, nonostante la fama che li precedeva. “E ci voleva tanto per capirlo? – commenta il presidente – Mi viene il dubbio che i nostri ‘segnalatori’ abbiano la vista un po’ annebbiata”. De Candiziis continua nella sua analisi senza peli sulla lingua: “Secondo me il presidente Moratti, prima ancora di giocare la finale di  Coppa, poi vinta,  e certo che Mourinho se ne sarebbe ‘scappato’ di notte, avrebbe dovuto avere  già in mente un piano strategico per rifondare una squadra nuova, fresca che, affidata ad un buon allenatore, anche lui giovane, potesse cominciare un nuovo ciclo , con la buona disponibilità da parte dei tifosi di saper attendere tempi migliori. Ora si rattoppa un vestito logoro e già troppo vecchio. Intanto, con allenatori e giocatori che sono andati avanti e indietro, abbiamo perso tre anni, passati invano. E’ questo il più grosso errore commesso, per colpa dell’indecisione e anche per mancanza di professionalità. Sono parole dure, ma la verità è la migliore medicina che fa guarire e ripartire per nuove mete ambiziose”. Stessa musica per il resto del direttivo, il segretario Gallenzi è persino più diretto: “Non dobbiamo perderci d’animo anche se la base rumoreggia perché scontenta del campionato e dei continui sberleffi cui sono fatti oggetto da parte degli avversari. Le nostre bandiere, le bandiere che sventolano con il comando del cuore, non possono più sventolare per una squadra che non è più l’Inter, anche se, per la verità, il buon Stramaccioni le tenta tutte per non sprofondare nel baratro. Siamo a fine campionato e nessun programma che venga reso noto ai tifosi, perché è nostro diritto poter esprimere le nostre opinioni, nello stesso identico modo andiamo sempre allo stadio ad incoraggiare una squadra che sembra non sentire più di tanto il nostro continuo e colorato incitamento. Francamente non possiamo  fare di più e sarà difficile negli anni avvenire mantenere i nostri 902 soci , che domenica  dopo domenica, mostrano spiacevoli segni di insofferenza. Per usare un gergo automobilistico, tutta l’Inter ha bisogno di un bel tagliando”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.