Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Bruce Springsteen "Un Boss sul grande schermo"
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Un Boss sul grande schermo

 È riuscito a scrivere una quantità notevole di brani spesso inclusi in colonne sonore

Springsteen stupisce spesso la critica musicale e i propri fan per la facilità nello scrivere canzoni

Riccardo Sada      Anche se ci sono stati parecchi anni di inattività tra alcune opere ed altre, Bruce Springsteen è riuscito a scrivere una quantità notevole di brani. Ha incominciato nel 1973 con Greatings from Asbury Park e sempre nello stesso anno con “The Wild, The Innocent and The E-Street Shuffle”. Nel 1992 pubblicò a pochi giorni di distanza 2 album di canzoni completamente inedite: “Human Touch” e “Lucky Town”. Nel 1998 è stato pubblicato un cofanetto quadruplo “Tracks” di soli inediti per un totale di 66 canzoni mai pubblicate prima. Altri inediti non sono ancora stati pubblicati: parecchie sue composizioni, scartate dallo stesso Springsteen sono diventate il maggior successo per altri cantanti. “Because the Night” cantata da Patti Smith (che è l'autrice di parte del testo) o “Fire” cantata dalle The Pointer Sisters sono solo un esempio della prolificità di Springsteen. Alcuni titoli? “The Promise”, “Follow That Dream” (una versione stravolta di un misconosciuto pezzo di Elvis Presley saltuariamente proposta dal vivo), “Sugarland”, “Little Girl”, “Waitin' for the End of the World” e “If I was a Priest”. La musica di Springsteen nella cinematografia mondiale è presentissima. Molte canzoni di Springsteen sono state incluse nelle colonne sonore di molti film di cui alcune scritte appositamente. Prevalentemente vengono scelte perché il film è spesso ambientato nel New Jersey o in altre locazioni citate da Springsteen. Il rapporto tra Springsteen ed il cinema è un legame molto proficuo. Infatti, oltre alle unioni tra la musica di Springsteen e il cinema nelle connessioni più evidenti e già citate come in “Lupo Solitario” e “Philadelphia”, altri film si sono avvalsi della sua musica come colonna sonora. Nel 2000 il Boss esordì come attore in un cameo del film “Alta fedeltà” di Stephen Frears tratto dal romanzo omonimo di Nick Hornby, apparendo in sogno al protagonista mentre imbraccia la sua Telecaster.

Tra i più famosi:

1989 – “Palombella Rossa” di Nanni Moretti con la canzone “I'm on Fire”.

1993 – “Philadelphia” di Jonathan Demme con la canzone “Streets of Philadelphia”, vincitrice del Premio Oscar 1994 come Migliore canzone.

1995 - Tre giorni per la verità (“The Crossing Guard”) di Sean Penn con la canzone inedita “Missing”.

1996 – “Dead Man Walking” - Condannato a morte di Tim Robbins con la omonima canzone “Dead Man Walkin’”, candidata come miglior colonna sonora per l'Oscar nel 1996.

1996 – “Jerry Maguire” di Cameron Crowe con la canzone “Secret Garden”.

1997 – “Cop Land” di James Mangold con le canzoni “Darkness on the Edge of Town”, “Drive All Night” e “Stolen Car”.

1999 – “Limbo” di John Sayles con la canzone inedita “Lift Me Up”.

2000 – “Alta Fedeltà” (“High Fidelity”) di Stephen Frears con la canzone “The River”.

2002 – “La 25ª Ora” (“25th Hour”) di Spike Lee con la canzone “The Fuse”

2008 – “The Wrestler” di Darren Aronofsky con il singolo omonimo, “The Wrestler”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.