Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Bruce Springsteen "Il sogno americano..."
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

 

Il sogno americano che si avvera

Grazie al Boss si sono tramandate canzoni e personaggi. Rappresentante della musica popolare statunitense, Bruce Springsteen è un vero “Work Class Hero”

Riccardo Sada       Con gli anni arriva l’immaginazione dell’artista che ti permette di entrare nelle storie di altri e raccontarle. “Ma i primi diciotto anni di vita non ti lasciano mai”: le parole del Boss riecheggiano nell'aria. Sono il periodo che ha maggiore impatto sulla vita di un uomo. “Le cose che provi allora danno forma al tuo modo di inquadrare il mondo: ancora oggi leggo i giornali ogni mattina con il punto di vista di allora”. La stampa statunitense nei primi anni Settanta, con la necessità di proporre nuove star e nuovi idoli per il pubblico del rock, ha da subito amato uno come Bruce Springsteen, pronto a firmare un contratto con la Columbia dopo una audizione con John Hammond, che fu anche lo scopritore di Bob Dylan. A Bruce venne affibbiata l'etichetta del “nuovo Dylan”. Un’etichetta indubbiamente fuori luogo e influenzata dal repertorio (ripreso solo parzialmente nel primo album, Greetings From Asbury Park, New Jersey) proposto come solista dal Boss nel periodo in cui viene scritturato.

Fu così la stampa musicale a dare la prima svolta al successo di Springsteen, almeno sul territorio statunitense: il 22 maggio 1974 il critico musicale Jon Landau, del The Real Paper di Boston, rimase impressionato da una esibizione all'Harvard Square Theatre di Cambridge, in Massachussets, scrivendo un articolo in cui citò la seguente frase: “Ho visto il futuro del rock'n'roll e il suo nome è Bruce Springsteen”. Successivamente, Landau lasciò la critica musicale per diventare manager, produttore e consigliere di gran parte dell'intera discografia di Springsteen. Musicalmente nella produzione autografata dal Boss dominano rock e rhythm and bluse con fortissime influenze e commistioni con i più diversi generi e con sempre più frequenti incursioni nel folk. Ritroviamo un filo conduttore che parte da “Rosalita” e via via passa per “10th Avenue Freeze-Out”, “Prove It All Night” sino “Glory Days”.

In realtà, Bruce Springsteen è soprattutto un rappresentante della musica popolare statunitense con cui tramanda canzoni e personaggi che altrimenti si sarebbero potuti perdere nell'oblio della musica anni Ottanta usa e getta. I testi dei primi lavori parlano generalmente di una gioventù statunitense illusa, e sin dai primi anni la stampa definì Springsteen un “Work Class Hero”, l'eroe della classe operaia. Il tema del fallimento del sogno americano è comunque molto ricorrente nelle sue opere: i suoi personaggi sono spesso dei perdenti, gente comune dell'immensa periferia statunitense che lotta per sopravvivere.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.