Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Roma "Formula1" 32 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

VETTEL CONTRO TUTTI

Il Mondiale fa tappa in Corea ma l’attenzione è puntata sulla prossima stagione

Debora Cheli      Sono trascorse due settimane dall’ultimo appuntamento iridato a Singapore e il Circus prosegue la sua permanenza in Asia con il GP della Corea. Il tracciato, lungo più di 5.6 chilometri, è costituito da curve veloci e tratti più lenti che mettono a dura prova il pilota. In aggiunta, si corre in senso antiorario, cosa piuttosto rara in F1. Il circuito di Kopki è, inoltre, uno dei più esigenti in fatto di gomme, per questa ragione la Pirelli porterà due mescole ben distinte per affrontare i 55 giri previsti: la medium e la super soft, proprio come accaduto nell’ultima prova del Mondiale quindici giorni fa. Questo permetterà ai team di puntare su diverse strategie di gara, ma anche di gestire meglio eventuali cambiamenti climatici. Nel fine settimana è infatti prevista la pioggia, un’incognita che potrebbe davvero rimescolare le carte in tavola, proprio come accadde qui nel 2010, quando Fernando Alonso, sotto il diluvio, approfittò della rottura del motore di Sebastian Vettel per salire sul gradino più alto del podio. Uno scenario che non dispiacerebbe affatto alla Ferrari, ben sapendo che il tedesco ha poi vinto le due ultime edizioni e che, salvo imprevisti, si appresta a fare il tris domenica. Se lo strapotere della Red Bull ammazza l’interesse verso il Campionato, dietro le quinte fervono i preparativi per affrontare la prossima stagione e le inevitabili incognite dell’arrivo dei nuovi motori V6. Mentre le scuderie alternano il lavoro in pista a quello in fabbrica, si sprecano le opinioni attorno ai possibili scenari all’orizzonte. Voci autorevoli si lanciano in profezie a breve termine, fra queste c’è quella di Alain Prost, che così ha commentato su Autosport a proposito della rivoluzione del nuovo regolamento: «Potete starne certi, ci saranno molti problemi di affidabilità, specialmente all’inizio» - ha affermato il quattro volte iridato, ex ferrarista e ambasciatore della Renault – «vedremo cosa succederà nei test invernali, ma al momento nessuno ha le idee chiare. In un certo senso è un bene perché siamo agli albori di questa tecnologia, come è successo con i motori turbo negli anni ‘70 e ’80. Ad ogni modo l’affidabilità sarà un problema non solo per quel che concerne il motore, ma anche per le componenti elettroniche, i cavi, i nuovi sistemi». Il messaggio è chiaramente  rivolto ai tre costruttori (Ferrari, Mercedes e appunto Renault), ma il problema è sentito anche a livello degli organi federali, in particolar modo dopo il varo del calendario (provvisorio) della prossima stagione, che conta ben 22 gare, a fronte di una riduzione del numero di motori disponibili per ciascun pilota: dagli 8 previsti attualmente ai 5 imposti dal regolamento 2014. Se tutti gli appuntamenti venissero confermati , la cifra potrebbe salire a sei, ma la notizia non è stata ben accolta da tutti i team, specialmente quelli che versano in difficoltà economiche (Lotus, Williams, Force India per nominarne alcuni).  Nel calendario ci sarà il primo GP di Russia, che si correrà sul circuito di Sochi, attualmente in costruzione, proprio dove si disputeranno le prossime Olimpiadi invernali. Sicuro anche il ritorno del GP d’Austria, soppresso nel 2003, mentre in forse ci sono il GP del Messico, quello del New Jersey e della Corea, finito in lista d’attesa a causa dei debiti e dello scarso interesse del pubblico locale.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.