Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Udinese "Colombo intervista" 33 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

''Giusto riaprire San Siro''

Sono le parole di Colombo che vede il riscatto di due squadre ferite

Emanuele Tramacere        Mediano di fatica, generoso e vigoroso, sempre in movimento con la sua bionda capigliatura al vento. Nel Milan di Sacchi si travesti di partita in partita da podista instancabile, volto a recuperare palloni dagli avversari. In rossonero ci era arrivato dopo un lento girovagare in provincia, partito da Monza, giunto all’Avellino ed esploso all’Udinese dove si fece notare per la sua straordinaria propensione al sacrificio in campo. In carriera ha vinto più trofei internazionali che italiani. Nelle sue tre stagioni al Milan la “Littorina della brianza” ha collezionato 77 presenze condite da 7 gol, ma conquistando sul campo 1 Scudetto, 1 Coppa Italia, 2 Coppe dei Campioni, 1 Supercoppa Europea e 1 Coppa Intercontinentale. A Milano ci è rimasto anche dopo aver appeso le fatidiche scarpe al chiodo, nel ruolo di responsabile del settore giovanile, salvo poi dedicarsi al 100% all’impegno di allenatore. 

Che partita si aspetta di vedere a San Siro?

Mi aspetto innanzitutto di vedere la reazione di due squadre ferite. Sono molto simili Milan e Udinese al di là dei punti in classifica negli approcci al campionato, così come l’anno scorso. Soprattutto il Milan, che ha fatto solo due vittorie dovrà cercare di ritrovare la serenità.

Milan che non sta attraversando un buon periodo di forma né fisica né mentale ed è andata anche in recupero anticipato

Ma in realtà questo può fare bene, può compattare la squadra dal punto di vista psicologico dato che un ritiro può compattare lo spirito di gruppo, creare amalgama. Dal punto di vista fisico, in realtà, non mi sembra che il Milan sia così in crisi, anche perché ha dimostrato nei minuti finali delle ultime partite di avere le forze e le energie per provare a ribaltare risultati già scritti riuscendoci anche in un paio di occasioni.

Torna Balotelli e, probabilmente, tornerà anche Kaka. Sono loro la soluzione a tutti i problemi?

Non sarà la soluzione, ma sicuramente è un grosso vantaggio. Non solo perché sono entrambi due fuoriclasse che possono vincere le partite da soli, ma anche perché creano competizione e concorrenza nella mente degli altri. Avere la voglia di far meglio perché davanti a me ho qualcuno che può stimolarmi può ripercuotersi al meglio sulla salute dell’intera squadra.

Anche l'Udinese non se la passa benissimo. Guidolin continua a lanciare richiami verso l'ambiente e lo spogliatoio...

Guidolin ha fatto bene, ha ragione. Sono tanti anni che Guidolin è lì a Udine e ha giustamente bisogno di raccogliere attorno a sé giocatori motivati. Se gli stimoli non vengono da soli ai giocatori, bisogna che il tecnico richiami l’attenzione su questa necessità.

È stato un errore aggrapparsi ancora una volta ad Antonio Di Natale?

Non credo, Di Natale così come Totti, sta dimostrando che può ancora dire la sua all’interno del campionato italiano. Con la tecnica, le qualità e la personalità che ha Di Natale sono certo sarà in grado di trascinare anche quest’anno l’Udinese. Certo, lui non cambia mai mentre tutti gli altri vanno e vengono, ciò che più conta, però, è che la squadra riesca a sopportare la presenza in campo di un giocatore così e che sia in grado di supportarlo per metterlo nelle condizioni di poter far male.

San Siro è stato riaperto ai tifosi nonostante la norma sulla discriminazione territoriale. Che idea si è fatto della decisione presa dalla FIGC?

Sono dell’idea che fosse giusto riaprire lo stadio perché per un gruppo di una decina di tifosi violenti o scorretti non dovrebbero pagare anche gli altri. E’ anche vero, però, che quando si sono riuniti per accettare questa legge dov’erano i presidenti? Lo sapevano bene tutti, non stavano pensando ad altro, solo che ora non va più bene e non lo trovo molto corretto.

Pronostico e giocatore determinante?

E’ normale che se Balotelli e Di Natale saranno in campo al 100% saranno loro a condizionare gli equilibri della sfida. Se devo fare un pronostico io dico Milan, perché forse ancora più dell’Udinese, in casa davanti ai propri tifosi, ha bisogno di ritrovare una vittoria e nuovo slancio.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.