Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Fiorentina "M Ganz l'intervista" 37
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

" Il Milan ha perso l’occasione contro la Lazio. La Fiorentina, invece, grida ancora vendetta"

Emanuele Tramacere      intervista Maurizio Ganz

Tanta gavetta, qualche premio personale conquistato in carriera e uno scudetto che ancora risuona come storico nella stagione 1998-1999 con il Milan di Zaccheroni. Maurizio Ganz in carriera si è sudato ogni singolo pallone toccato e giocato. Partito dalla periferia genovese, sponda blucerchiata all’esplosione atalantina. Poi le grandi chance ed il passaggio nelle due sponde del Naviglio Milanese che l’hanno consacrato a grande attaccante, seppur di scorta, più che decisivo in tutte le sue marcature. Concluse le esperienze meneghine ha ripreso il suo girovagare toccando, fra le altre anche la terra fiorentina che, in vista di Milan-Fiorentina ne fa di lui un importante doppio ex.

Che partita si aspetta di vedere a San Siro?

Mi aspetto di vedere due squadre scontente del risultato maturato nell’ultima partita e quindi vogliose di riscatto. Il Milan ha perso l’occasione contro la Lazio di fare punti importanti, la Fiorentina, invece grida ancora vendetta per il rigore più espulsione non concesso a Cuadrado. Sarà una bella partita, ma carica di agonismo.

E’ un Milan in piena crisi che fatica a trovare risultati, ma soprattutto serenità…

Si sa nel calcio di oggi i risultati sono la componente fondamentale per trovare serenità. Il Milan è una squadra che ha fatto tre stagioni anomale da questo punto di vista e questo non ha aiutato a compattare l’ambiente. Ci sono, però, delle note positive che potranno dare una mano. Il gol di Kakà, il rientro di El Shaarawy e Pazzini potranno dare una mano all’attacco e questo ridarà serenità al gruppo.

Kakà, Balotelli, El Shaarawy. Non ha la sensazione che ci siano troppi galli preoccupati per la propria leadership e nessuno che si dimostri a tutti gli effetti un leader in campo?

Il Milan, storicamente, è sempre stata una squadra in cui tanti “galli” erano presenti nello spogliatoio. In una grande squadra questo non dovrebbe essere un problema. Problema che, tuttavia, questo Milan sta dimostrando di avere. Il perché è semplice, e lo dimostrano squadre come Roma, Napoli e, soprattutto Fiorentina. Quando un gruppo unito si aiuta, le vittorie arrivano più facilmente. A questo Milan manca, forse, proprio la volontà di aiutarsi l’un l’altro.

Montella esprime un gioco bello, alla spagnola, ma ancora troppo poco attento ai risultati…

Verissimo, guardando la Fiorentina si vede proprio una squadra che gioca un calcio divertente, che si fa guardare con grande piacere. Il fatto che non sempre arrivi il risultato può essere un limite se cerchi di arrivare al vertice. Per poter fare il salto di qualità non serve evitare questo tipo di giocate, di impostazione, bensì deve crescere la concretezza nei momenti di difficoltà. La Roma ne è un esempio lampante, gioca un calcio splendido, ma contro l’Udinese è riuscita a metterlo da parte in favore del risultato.

Quanto mancherà Cuadrado a questa squadra? La Fiorentina arriva a Milano carica di tensioni per la partita persa contro il Napoli, quanto possono influire?

Cuadrado è un giocatore che mi piace tantissimo. Ogni volta che lo vedo mi innamoro del giocatore. Forse esagera nell’uno contro uno, ma crea superiorità, ha una velocità pazzesca e questo lo porta ad essere il giocatore più determinante della squadra. Le tensioni ci saranno, è normale, e per entrambe le squadre. Dovrà essere bravo l’arbitro a tenere la partita sotto la giusta direzione, e in quel caso vedremo un bello spettacolo.

Può essere l’ultima chiamata per Allegri sulla panchina rossonera?

È una domanda a cui è difficile dare una risposta. È chiaro che la mancanza di risultati sta allontanando clamorosamente il terzo posto. Se non dovesse rifarsi è normale che troverebbe delle grosse difficoltà nella gestione del gruppo e nell’allenamento della squadra. Sento parlare di Mangia, Inzaghi e tanti altri. Sicuramente è una grande responsabilità andare sulla panchina del Milan, ma chiunque decidano di prendere la posto di Allegri non potrà sicuramente fare peggio di così.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.