Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Sampdoria "Gossip" 40 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Stadio5 è anche gossip

Marjlja Bisceglia       *** FABRIZIO CORONA ha potuto finalmente, dopo dieci mesi, rivedere il figlio Carlos che gli ha fatto visita in carcere accompagnato dalla madre e la nonna. Fabrizio, dal carcere di Opera, dopo un lungo silenzio torna a dire la sua, lo fa con una lettera indirizzata ad una nota trasmissione di Canale 5 e successivamente pubblicata da un quotidiano. Riportiamo il contenuto della lettera:

A chiunque incontro e mi chiede come sto rispondo sempre la stessa cosa: ‘Sto bene, molto bene’. Ma risponderei così anche dopo 30 coltellate, sanguinante, in fin di vita. Ho sempre risposto così, a tutti. Penso che dopo la scoperta di una grave malattia, il carcere sia la cosa più brutta che possa accadere ad un uomo. È la realtà dell’inferno in terra, dove colpevoli e innocenti sono costretti a vivere in condizioni vergognose e disumane nell’indifferenza istituzionale. Io però, in questo momento, non provo più rabbia, né rancore per chi mi ha condannato e inflitto questa pena così eccessiva e così assurda, ma anzi lo ringrazio perché mi ha dato la possibilità di capire tante cose, mi ha aiutato a riconoscere i tanti sbagli, ad ammettere gli errori, a guardarmi dentro, nel profondo della mia anima e a capire finalmente, a quasi quarant’anni, chi sono e cosa voglio veramente. Il mio avvocato mi dice sempre: ‘Sii forte del fatto che ciò che è giusto alla fine vince’, e io continuo a combattere come ho fatto dal primo giorno che sono entrato in questo nuovo mondo, con questa nuova vita, per dimostrare che nei momenti di difficoltà si deve niente affatto ripiegare le ali, abbassare il tiro, ma anzi, tentare di rilanciarsi lavorando sui propri margini di miglioramento e sulla riscoperta dei valori veri e dei sentimenti come l’orgoglio e il coraggio, perché alla fine, quello che conta veramente (nothing else matter) è il carattere e il cuore che metti nella tua vita. Bisogna saper rispondere alla disperazione con un sorriso di sfida e il dito medio alzato. E questo, oggi, deve essere d’esempio e di aiuto ai molti che pensano di non farcela e decidono di lasciarsi andare… Io non l’ho fatto e mai lo farò! Stare in prigione in questo paese è come morire lentamente, ma io continuo a vivere lo stesso, di notte, nei miei sogni, anche attraverso i ricordi di quella che è stata la mia incredibile vita: le tante emozioni provate, il grande amore dato e quello ricevuto, convinto, ancora oggi, che i sogni, se li desideri veramente e fai di tutto per raggiungerli, prima o poi diventano realtà. Oggi, chiuso dentro la mia cella, la numero 1 del primo reparto del carcere di massima sicurezza di Opera, guardandovi seduto dal mio sgabello di legno mezzo rotto, attraverso un minuscolo televisore degli anni Settanta, voglio vedere mia madre sorridere: ha già pianto e sofferto troppo. Fabrizio conclude salutando la conduttrice della trasmissione - Un bacio e un ringraziamento speciale a te, Silvia. Con affetto.
E’ chiara la sofferenza ed il disagio vissuto in prigione dall’ex re dei paparazzi, e concludiamo con l’augurio di superare presto questa disavventura e di tenere duro.

*** CHARLOTTE MARIE POMELINE CASIRAGHI GRIMALDI figlia di Carolina di Monaco e dello sfortunato imprenditore Stefano Casiraghi, morto giovanissimo nel 1990 proprio nelle acque di Montecarlo,  partorirà il prossimo dicembre, rigorosamente sul territorio del Principato, il bambino avuto con il compagno Gad Elmaleh a cui è legata da due anni. La principessina e l’attore comico di origini marocchine sono al settimo cielo, il bambino sarà chiamato Stefano, come il nonno italiano di Fino Mornasco, imprenditore di successo e pilota di motonautica sportiva che ebbe la sfortuna di andare incontro all’onda anomala che gli costò la vita in quella maledetta gara, quando Charlotte aveva solo quattro anni.. Lo sfortunato Comasco aveva, solo l’anno prima della sua morte, vinto il titolo Mondiale di Off-Shore. La ventiseienne principessina di Monaco è ‘superpaparazzata’, a differenza del passato discreto e lontano dalle luci della ribalta. Attendiamo tutti la di conoscere la data delle nozze.

*** Rosalinda Celentano fa coming out confermando quanto già abbondantemente presupposto dai tanti giornali di gossip e non. Ne parla apertamente in occasione di una intervista rilasciata a Vanity Fair, senza porsi ulteriori problemi in relazione a dicerie o altro, chiarendo anche gli ultimi dubbi e soprattutto dichiarando, cosa più importante, di essersi lasciata alle spalle i problemi legati all’alcol. Claudia Mori, in qualità di mamma, e nella speranza di essere di aiuto ad altri genitori che potrebbero vivere male l’omosessualità dei propri figli, parla a supporto della sua terzogenita da lei stessa sorpresa a baciare un’altra ragazza in età adolescenziale: “…Per la verità io allora interpretai la cosa come un’ingenuità tra ragazze. Quasi una “bravata”. Tra l’altro Rosalinda è sempre stata espansiva con tutti... Rimasi sorpresa, questo sì, ma niente di più. E non perché volessi scacciare l’idea che Rosalinda potesse essere attratta dalle donne. …Non cambiò in alcun modo il rapporto con lei. Ne ho parlato subito a Rosita che sul momento ha negato. Ma presto ha iniziato a farmi domande: “Mamma ma anche se fosse, cosa ci sarebbe di grave? Non è importante solo la sua felicità?”. Rosita è stata ed è una sorella meravigliosa, ha avuto un ruolo importante nel percorso di Rosalinda. Con Adriano ne ho parlato un po’ dopo, con estranei, invece, mai. Ho sempre pensato che fosse una forzatura che poteva diventare addirittura una discriminazione. Come molti genitori abbiamo pensato e temuto che la vita sarebbe potuta essere più difficile per l’ignoranza e le discriminazioni, ormai parti imperanti di questa orrenda società becera. Ma le nostre reazioni e sentimenti partivano sempre dalla condanna di qualsiasi pregiudizio. Non voglio dire e far credere che sia stato tutto così automatico e logico, sarei bugiarda. Anche noi abbiamo avuto dei momenti cupi ma non ci siamo mai chiusi nel silenzio, nel “far finta di niente”... mai". Anche Adriano Celentano si è dimostrato all’altezza della situazione, così come precisato dalla moglie: “…E' stato fantastico perché ha aggiunto amore e attenzioni a quelle per sua natura già molto presentiNon ho mai provato alcun senso di colpa, semplicemente perché non esiste alcuna colpa e diversità da “riparare.  Mia figlia Rosalinda non sempre l’ho capita e non sempre ho condiviso certi suoi atteggiamenti o dichiarazioni. Ma mai per i suoi orientamenti sessuali. Io credo fermamente che questi ragazzi vadano aiutati non a cambiare, ma a sopportare questa società violenta e razzista. Anche i problemi avuti in passato con l’alcol, secondo Claudia, erano legati alla non accettazione di sé: “…Sì, credo che lei non si accettasse fino in fondo. Penso alle sue interviste, dove parlava di amare tutto: un albero, un tramonto, una statua, un bambino... Lei è si tutto questo, ma oggi sono portata a pensare che fosse un modo per mandare dei segnali. A un certo punto l’abbiamo convinta a farsi guidare in un percorso di conoscenza di sé. E credo che questo cammino “guidato” abbia avuto un ruolo importante. La questione dell’alcol potrebbe essere collegata a questo".


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.