Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Roma "Mondiale Tamburello" 42 2013
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

1° CAMPIONATO DEL MONDO DI TAMBURELLO INDOOR

STORICO BIS PER L'ITALIA

di Giovanni Crosato

E’ finito come meglio non poteva finire, con uno storico bis, il 1° Campionato del Mondo Indoor, nelle Terre dell’Alto Mantovano - Castel Goffredo, Asola, Casalmoro e Guidizzolo protagoniste di questa tre giorni di gare - organizzato dalla Federazione Italiana Palla Tamburello, su mandato della Fédération Internationale de Balle au Tambourin, in collaborazione con la Regione Lombardia, la Provincia di Mantova, il Coni e le Amministrazioni locali e numerosi partner senza l’aiuto dei quali la realizzazione dell’evento non sarebbe stata possibile. Semifinali con prima la Francia femminile a guadagnarsi il pass per la finale battendo nettamente la Catalogna e poi le azzurre che con in campo Alice Magnani, Beatrice Zeni e Guenda Cadoni hanno sconfitto l’Ungheria. Nel maschile sofferta vittoria della Francia su un grande Brasile, che fino in ultimo ha conteso ai francesi la qualificazione. Spazio poi agli azzurri di Gianni Dessì che con i titolari Manuel e Luca Festi e Salvatore Occhipinti, ha avuto vita facile con la Spagna. Nel primo pomeriggio finale terzo posto femminile con la Catalogna che ha battuto in volata l’Ungheria guadagnandosi il podio, seguita dal Brasile che si è confermato terza forza di questo mondiale battendo la Spagna. Spazio poi alla finale femminile, probabilmente la più incerta, con le azzurre opposte alle francesi, avversarie di sempre,  guidate da Marion Cazzani. Avvio equilibrato, al secondo trampolino si girava 3 pari, ma la supremazia di Germana Baldo, rientrante dopo un grave infortunio ai legamenti del ginocchio, Beatrice Zeni, soli quindici anni ma già più di una promessa, e Laura Lorenzoni, prendevano via via in mano le redini del gioco e in un crescendo di convinzione e grinta non lasciavano più spazio alle francesi, viaggiando dritte verso il traguardo finale e laureandosi dopo un’ora di gioco Campioni del Mondo, chiudendo per 13-5. Queste le atlete che entrano di diritto nella storia del nostro sport, guidate da Giulia Marino e con accompagnatore Andrea Fiorini: Germana Baldo, Beatrice Zeni, Laura Lorenzoni, Guendalina Cadoni, Ilaria Garau, Alice Magnani, gabriella Tamburrino, Giulia Rossi, Paola Daldoss e Veronica Pinamonti. Nemmeno il tempo di festeggiare e subito in campo la formazione maschile agli ordini di Gianni Dessì che schierava in campo la formazione tipo con i fratelli Festi e Salvatore Occhipinti. Un gioco per parte all’avvio, ma poi, come nelle previsioni, la corazzata azzurra schiantava i francesi; troppo forti Manuel, Luca e Salvatore, sia tecnicamente che fisicamente, per consentire agli avversari di nutrire una minima speranza di fare partita pari. 13-3 il risultato finale e spazio nel finale anche al “veterano” Luca Baldini, che ha calcato il terreno di gioco in questo primo evento Mondiale. Eloquenti le parole al termine del match di mister Gianni Dessì “E’ un privilegio avere disposizione questi atleti e, purtroppo per gli altri o per fortuna nostra, li abbiamo a disposizione noi. Complimenti a loro, perché non sono solo campioni in campo ma anche fuori”. Allora ricordiamoli i dieci componenti il team italiano: Manuel e Luca Festi, Salvatore Occhipinti, Sergio Battaglia, Luca De Zambotti, Federico Merighi, Andrea Renzi, Luca Baldini, Mattia Mercatali e Roberto Baldini. Questi i nomi dei ragazzi che hanno iscritto per la prima volta il nome in un campionato del Mondo indoor. Una conferma per i colori azzurri che bissano nell’indoor il successo europeo di due anni fa a Godollo in Ungheria. A chiudere la premiazione di tutte le squadre partecipanti, con il sinfdaco di castel Goffredo Alfredo Posenato, il Presidente della Provincia di Mantova, Alessandro Pastacci, la vice Francesca Zaltieri, il Presidente della Federazione Internazionale Bernard Barral e il Presidente della Federazione Italiana Emilio Crosato, vero e proprio artefice dello svolgimento di questo Mondiale. Non può mancare il ringraziamento agli arbitri che hanno reso possibile il regolare svolgimento della manifestazione, ai volontari, alla stampa, a Raisport con Alessandro Tiberti che ha curato la due ore di diretta e la registrazione delle due finali e a chi in ogni modo si è adoperato per l’ottima riuscita della manifestazione,che è stata senza ombra di dubbio un vero e proprio successo.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.