Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Milan "Arte di Marby"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Kandinsky, l’avvocato pittore

Il pioniere russo tracciò le linee guide per la comprensione dell’arte astratta

Di Marby

A Palazzo Reale, ottanta capolavori dalla collezione del Centre Pompidou del grande pittore astratto Vassily Kandinsky. La mostra è ricca di dipinti, disegni, acquerelli e  litografie che furono donati al celebre museo francese dalla moglie, Nina von Andreevskij. La mostra, a cura di Angela Lampe con la collaborazione per l’Italia di Ada Masonero, ci consentirà di percorrere tutte le tappe del percorso artistico e intellettuale dell’artista, nato in Russia, vissuto in Germania e morto in Francia. Ha già trent’anni Kandinsky  quando decide che la sua missione è la pittura. Rifiuta il posto di docente di diritto all’Università di Dorpat per studiare all’Accademia di Belle Arti dove è allievo di Franz von Stuck, pittore della Secessione Viennese, dal quale andarono a lezione tutti i pittori dell’avanguardia moderna e astratta tedesca. Alle vicende e ai cambiamenti esistenziali si succedono anche quelli sentimentali. Sposato con la cugina Anja, che conosce all’università, incontra dopo aver fondato il gruppo Phalanx, la sua allieva del cuore, Gabriele Munter con cui stabilisce un felice connubio artistico e si trasferisce con lei a Murnau in Alta Baviera in una casa denominata “ la casa dei russi”, che diventerà il luogo di incontro di innumerevoli pittori, poeti e musicisti di tutto il mondo e da qui probabilmente Kandinsky traccia quelle prime idee sull’arte astratta che poi porrà come linee guida nei suoi libri, Lo Spirituale nell’ Arte che pubblica nel 1912 e Punto, linea e superficie che scrive due anni dopo in Svizzera, dove si rifugia con la Munter, allo scoppio della prima guerra mondiale. Scrive  Kandinsky nel capitolo “Il problema delle forma”… “nessuna forma è la migliore,né si può considerare che una forma o un gruppo di forme siano le migliori per tutti. Deve regnare una libertà totale e si deve concedere validità e considerare giusta (artistica) ogni forma che sia espressione  esterna di un contenuto interiore. L’arte astratta, è il modo più sintetico e profondo per sentire le forme nel loro contenuto interiore, perché secondo Kandinsky, la grande liberazione per la strada del sentire sensibilmente, colori, luci, suoni e parole è liberare l’oggetto che guardiamo dal suo guscio esterno e più materiale, per raggiungerlo nella sua parte più intima.” In sintesi questo è il concetto che il grande pittore e intellettuale russo ha cercato di esprimere sull’arte astratta. Kandinskij espone poi le sue teorie sull'uso del colore, intravedendo un nesso strettissimo tra opera d'arte e dimensione spirituale. Il colore, dice può avere due possibili effetti sullo spettatore: un "effetto fisico", superficiale e basato su sensazioni momentanee, determinato dalla registrazione da parte della retina di un colore piuttosto che di un altro; un "effetto psichico" dovuto alla vibrazione spirituale, prodotta dalla forza psichica dell'uomo attraverso cui il colore raggiunge l'anima.  Il colore ha un odore, un sapore, un suono. Kandinsky, porterà la sua singolare esperienza e le sue teorie sull’arte astratta alla scuola del Bauhaus che rappresentò il punto di riferimento per tutti i movimenti d’innovazione nel campo del design, della pittura, grafica e architettura moderne, chiusa nel 1933 durante  l’ascesa del nazismo. Nel 1937 a Monaco, Hitler condanna le avanguardie e Kandinsky dopo aver lasciato Gabriele, incontra  Nina von Andreevskij, aristocratica e perfetta signora borghese, moglie felice di avere accanto un marito prestigioso di cui curerà alla perfezione tutte le incombenze economiche. Kandinsky muore in Francia nel 1944, di lui rimane indelebile l’esperienza di quell’arte astratta che ha immaginato, descritto e analizzato oltreché nei suoi dipinti anche nei suoi libri.

Info: Kandinsky a Palazzo Reale dal 17 dicembre 2013 al 27 aprile 2014

Orari, lunedì fino a venerdì 14.30-19.30  giovedì e sabato 9.30- 22.30

www.kandinskymilano.it


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.