Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Calaiò -il personaggio-23
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

L’ “Arciere” col gol nell’anima

Calaiò è un attaccante letale nel gioco aereo e nel tiro di sinistro dalla media distanza

di Debora Cheli

Emanuele Calaiò è un attaccante atipico. Sinistro raffinato, colpo di testa mortifero, ha una precisione notevole nel collocare la sfera negli angoli impossibili. Veloce, scaltro, sa fraseggiare e creare spazi alla bisogna. L’attaccante nasce a Palermo nel 1982 e nella sua città natale muove i primi passi nel mondo del pallone. Esordisce, infatti, con la maglia del Panormus, dove incanta per le sue peculiarità tecniche. In seguito a un campionato Giovanissimi ricco di gol, Calaiò approda alle giovanili del Torino. L’esordio in Serie A con la maglia granata arriva il 6 gennaio 2000 contro la Reggina dove Emanuele segna subito un gol, unica sua rete della stagione. L’anno seguente il Torino retrocede in Serie B e nel corso del campionato 2000-2001, Calaiò colleziona nove presenze con due reti. Dopo l'esperienza con i granata, fa due brevi parentesi in prestito alla Ternana e al Messina in Serie B, dove totalizza ventidue presenze con quattro gol.

Nel 2003 passa al Pescara in Serie C1, dove in sei mesi fa otto apparizioni e timbra una volta, ottenendo la promozione in Serie B. Resta in prestito alla formazione abruzzese anche l’anno dopo, facendo registrare la migliore stagione di sempre: in 43 presenze realizza ben 21 gol, piazzandosi al quinto posto della classifica marcatori del campionato cadetto. A gennaio 2005 è acquistato dal Napoli, all’epoca in Serie C1. Nella sua prima stagione, Calaiò segna sei gol in diciotto presenze, mentre nella stagione 2005-2006 va a segno in Coppa Italia proprio contro la sua ex squadra, il Pescara. Si laurea capocannoniere a fine anno grazie ai 18 gol segnati in 33 presenze contribuendo alla promozione del Napoli in Serie B. Nella stagione successiva è il giocatore più prolifico della squadra azzurra in campionato con 14 reti in 38 partite. Grazie a lui, gli azzurri tornano finalmente in Serie A. I partenopei lo chiamano “arciere” per la sua caratteristica esultanza e la precisione chirurgica del suoi tiri. Purtroppo nella seconda parte della stagione 2006-2007 è relegato ad un ruolo di secondo piano. Unico lampo, nella stagione successiva, in trasferta a Livorno dove segna una doppietta firmando la vittoria dei partenopei. Il centravanti va in panchina salvo poi tornare titolare contro la Juventus e la Roma dopo il grave infortunio di Zalayeta.

Nel luglio 2008 passa in comproprietà al Siena, dove segna subito una rete in Coppa Italia contro l’Albinoleffe. In campionato mette la firma nella seconda giornata contro il Cagliari, primo gol dei 5 che realizzerà in 33 presenze con la maglia bianconera. Nella stagione 2009-2010 segna una doppietta contro il Cagliari e in campionato realizza 8 gol in 33 incontri, il suo personale record nella massima serie, anche se questo non impedisce al Siena di retrocedere in Serie B. I bianconeri riscattano l'altra metà del cartellino del giocatore e, con i suoi 18 gol, Calaiò riesce a riportare subito il Siena in Serie A. Nel giugno di quest’anno il club gli prolunga il contratto fino al 2014, ne diventa il capitano e segna una doppietta contro il Lecce.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.