Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Chievo "Palla all'On" 2 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Le interviste di Lara Comi     Andrea Fanzago, consigliere del Comune di Milano

“Inter punita dagli arbitri, mai un rigore a favore giocando in attacco”

Mazzarri non farà la fine di Stramaccioni ma occorre intervenire sul mercato: servono giocatori esperti, non giovani promesse. Che invidia il Milan che compra a prezzi stracciati

È normale che l’Inter sia a 18 punti dalla vetta?

“Assolutamente no, se consideriamo l’avvio promettente dell’Inter di quest’anno. Se invece prendiamo come riferimento l’Inter dell’anno scorso, in fondo è cambiata poco, anzi, forse in attacco, a causa dei continui infortuni, si è addirittura indebolita!”.

Mandorlini (ex Inter) finora ha fatto meglio col Verona. Mazzarri rischia di fare la fine di Stramaccioni?

“Non credo che Mazzarri rischi di fare la fine di Stramaccioni. La situazione è diversa, oggettivamente. C’è un nuovo assetto societario, e le premesse per fare bene ci sono”.

L’Inter non ha ancora avuto un rigore a favore. Conta il fattore arbitri nella posizione di classifica?

“Quest’anno sono convinto di sì. Basta guardare la situazione delle squadre che stanno davanti all’Inter e il peso che hanno avuto le relative decisioni arbitrali, a favore di esse, in alcune fondamentali partite. Tra l’altro l’Inter sino a qualche giornata fa aveva il miglior attacco e questo sta a significare che gli attaccanti, vicino alla porta avversaria ci vanno, eccome. È veramente sbalorditivo l’atteggiamento della classe arbitrale. A tale proposito non vorrei che l’Inter raggiungesse un nuovo record tra i tanti già conquistati: concludere il campionato senza ricevere rigori a favore”.

Certe voci di mercato possono avere dato scarsa tranquillità ad alcuni giocatori, vedi Ranocchia?

“Ranocchia è un giocatore importante, se vicino a lui, come centrale difensivo, gioca un calciatore esperto e bravo, che riesce a dargli sicurezza. Se viene affiancato da una seconda scelta ecco che commette errori e distrazioni fatali. Fateci caso alle formazioni della difesa e alle sue prestazioni: sono altalenanti e dipendono proprio dalla presenza del compagno di linea”.

Il fatto che Thohir sia per il maggior tempo lontano può incidere sul rendimento dei giocatori?

“Non penso proprio. I giocatori sanno che il nuovo Presidente segue la squadra da vicino e costantemente, anche se da lontano. Le distrazioni continue, che poi sono la causa maggiore delle sconfitte, sono dovute a inspiegabili cali di concentrazione e, secondo il mio modesto parere, anche da scelte tecniche non sempre azzeccate”.

Come deve agire la società sul mercato di gennaio?

“Deve cercare giocatori esperti e precisi per ruoli specifici. Ad esempio: un attaccante di peso, altrimenti il buon Palacio non regge tutto il campionato da solo; un esterno capace di essere pericoloso sotto porta, un difensore centrale esperto in grado di sostituire Campagnaro o Ranocchia a secondo delle esigenze. Purtroppo il tempo per amalgamare nuovi giocatori non c’è e quindi occorre che la società faccia delle scelte mirate su giocatori già esperti, inutile rischiare su giovani scommesse. A gennaio non c’è più tempo per esperimenti: l’assetto della squadra è quello, e quindi occorre necessariamente ragionare su degli innesti di esperienza unita alla classe”.

I tifosi sono stati abituati da Moratti a grandi acquisti e hanno il palato fine. Thohir farà degli investimenti in top player?

“Sino ad ora non sembra, anzi le voci di mercato dicono che non arriveranno top player in questa sessione. Mi sembra che l’attenzione ai conti economici della società sia la caratteristica che accomuna le due Presidenze (Moratti-Thohir). Quindi non penso proprio a colpi di mercato eclatanti. A meno di una offerta interessante a prezzi accessibili, sempre nell’ottica di far quadrare il bilancio”.

Lavezzi, Lamela, Pastore, di quali grandi giocatori la squadra avrebbe  bisogno per un salto di qualità?

“Sono tre giocatori forti, già esperti, anche in Italia, che non stanno giocando tanto delle rispettive società e che potrebbero essere venduti a prezzi ragionevoli. Solo il Milan, e non abbiamo ancora capito come faccia, riesce ad avere giocatori a prezzi stracciati, con pagamenti pluriennali, e contemporaneamente, con contratti sotto costo. Incredibile!”.

Inter-Chievo è già l’ultima spiaggia per agganciare l’Europa League?

“Non credo sia l’ultima spiaggia. Il campionato è giunto al giro di boa, e nella storia ne abbiamo viste di rimonte importanti. Basta ritrovare l’equilibrio delle prime partite e infilare un filotto di risultati positivi e ti ritrovi in corsa per obiettivi minimi, come un posto per la Champions, quindi sono fiducioso. Aggiungo anche, se possibile, l’esenzione agli infortuni, altra tegola che rende a rischio qualsiasi rimonta possibile. Forza Inter, e ricordati, siamo gli unici in serie A a non essere mai stati in serie B! Ma proprio gli unici!”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.