Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Catania "gli Ospiti" 4 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Scusa Ameri, clamoro a San Siro

Giovanni Labanca           Ossa rotte per due. Il Catania al Cibali non ne fa un dramma delle tre sfilettate prese dalla Fiorentina, mentre l’Inter fa sentire tutto lo scricchiolio senile di cui soffre da tempo, acuito sotto l’impietosa pioggia di Genova. Si potrebbe dire, un dramma per due, ma, per noi il dramma è solo per i nerazzurri che, visto che hanno perso in Liguria, non sanno più che pesci pigliare. Il Catania, ben ultimo del campionato e già con i biglietti prenotati per la B, per assurdo, è messo molto meglio dell’Inter, almeno dal punto di vista psicologico, in quanto è rassegnato a cambiare categoria e questa consapevolezza, non certamente felice, gli toglie ogni pensiero dalla testa e sparisce  anche l’apprensione che la squadra porterà addosso nella notturna sfida di San Siro.  Il presidente  Pulvirenti è sereno e con l’Inter può sempre vantare la stessa data di nascita del calcio a Catania nel 1908, poi diventato Catania solo nel 48. Ma tant’è. Gli etnei non vengono solo a calpestare il manto semisintetico di San Siro, vi arrivano invece, con la quasi certezza di disputare una bella partita nel derby tra ultime della classe: l’Inter lo è delle grandi e il Catania  delle piccole, ma sempre ultime e piene anche di vergogna. I catanesi puntano sulla velocità, contrariamente alla  grande mole del loro elefante, u liotru, che portano orgogliosamente sulla maglia, rosso blu, a simbolo del loro carattere “focoso” come il rosso lavico dell’Etna e del terso cielo della loro regione- Sanno, e chi non la sa, che la difesa dell’Inter è la più imbambolata del mondo sui calci piazzati, pur avendo uno spilungone di portiere che, quasi gli venisse impedito, scorda sempre le chiavi nello spogliatoio e non esce manco a sparargli, dalla sua garitta. Un brutto affare, che il Catania certamente sfrutterà alla  meglio ,anche per onorare il loro presidentissimo Massimino che, magnanimo com’era, comprava tutto, anche se alla squadra, per essere perfetta, mancava  “l’amalgama” e a chi glielo faceva notare ogni domenica, rispondeva seccato, ma deciso “allora compriamola, per Giove”. Questo aneddoto è per far capire con che animo allegro il Catania  se la vedrà stasera con la Beneamata che, anche lei, difficilmente potrà dimenticare il fatidico 4 giugno 1961, quando con due gol di Castellazzi e Calvanese, stese i nerazzurri, e tanto fu il clamore che Sandro Ciotti dovette interrompere Enrico Ameri per esclamare con la sua voce rauca “Clamoroso al Cibali”. Stasera la stessa frase potrebbe tornare  utile al giovane cronista RAI, con una piccola variante “Clamoroso a San Siro, Clamoroso a San Siro”, con tutto quello che ne conseguirebbe.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.