Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Catania "la Partita" 4 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Mercato saltato: quante distrazioni!

Con il Catania serve l’impresa

Emanuele Tramacere           Lo scambio non si farà, tutto saltato con buona pace delle quattro parti in causa, ma soprattutto con la soddisfazione e l’amarezza dei tifosi e di Walter Mazzarri. Sì, perché al tecnico di San Vincenzo serviva una punta, in realtà utile tuttora, e Mirko Vucinic era il giocatore più adatto a ricoprire quella casella lasciata scoperta dalle mancanze del mercato estivo. La mancanza di fondi, quindi, ha portato a considerare sacrificabile Fredy Guarin, centrocampista che per la sua discontinuità e anarchia tattica non piace particolarmente proprio allo stesso allenatore. Sacrificabile, certo, ma non per “regalarlo” alla Juventus in uno scambio alla pari con l’attaccante montenegrino, di ben tre anni più vecchio rispetto al centrocampista colombiano. Qualcosa o forse qualcuno, in questa fumosa vicenda non ha preso la direzione che i tifosi si aspettavano tanto da portarli ad esporre l’ennesimo striscione contro la società (“fuori le mele marce”) sotto la sede nerazzurra. Erick Thohir si è esposto in prima persona salvando la propria immagine davanti ai tifosi, ma sacrificando al 99% quella dei suoi dirigenti che, presto o tardi, dovranno sicuramente trovare un degno sostituto. In questo clima infuocato il deluso Mazzarri, che questa operazione l’aveva non solo avallata ma anche proposta, deve cercare, ancora una volta, di mantenere la squadra lontana da tutte le voci di mercato e dal tam tam mediatico che ne è scaturito, per risollevare le sorti di un campionato che, derby a parte, non la vede vincente dal 9 novembre quando a San Siro arrivò il Livorno. Da allora una vittoria (contro il Milan), 4 pareggi in scontri con squadre ampiamente alla portata e ben 3 sconfitte (Napoli, Lazio e Genoa) che pesano come un macigno sull’andamento stagionale della squadra che, purtroppo, sembra aver esaurito troppo presto benzina e autostima. Contro il Catania, quindi, l’allenatore toscano dovrà affidarsi, ancora una volta ai suoi giocatori di maggior spessore, gli stessi che, però, in questa parte di stagione sembrano i lontani parenti di quelli che ad inizio anno avevano trascinato la squadra ai vertici della classifica. L’asse centrale Handanovic, Campagnaro, Cambiasso, Palacio rimarrà invariata con la linea a 5 difensiva che sarà completata, ancora una volta, da Jonathan (apparso molto più vicino parente di quello ammirato un paio di stagioni fa) Rolando, Juan Jesus e Nagatomo. Non preoccupano le condizioni di Alvarez, uscito infortunato nella sfida contro il Genoa e, complice l’assenza forzata di Guarin sarà ancora una volta lui a prendere in mano insieme a Kuzmanovic le redini del centrocampo. Confermata la coppia d’attacco Milito-Palacio un tandem che, a Genova, ha avuto un’autonomia di soltanto 25 minuti. La condizione di Milito e l’atteggiamento mentale della squadra saranno le condizioni necessarie per far tornare alla vittoria un gruppo che, disperatamente, ha bisogno di far punti per ritrovare forze e convinzioni. Aspettando che il mercato giunga al termine e, possibilmente, i dirigenti nerazzurri riescano a rinforzare e non indebolire un gruppo già provato da anni di insoddisfazioni.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.