Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Torino "Arte" 5 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

L’Invisibile non è mistero

La visione matematica e flessibile di Grignani

di Marby

Fantasiose eliche e spirali, giochi di linee e superfici che si rincorrono in uno spazio senza tempo. L’occhio scivola curioso sulle superfici bianco e nere e cerca altre soluzioni visive perché non si guarda solo con gli occhi ma con la mente illusoria e ingannevole che gioca all’infinito. La galleria del Credito Valtellinese a Milano presenta l’opera di Franco Grignani, architetto e design promotore delle teoria della Gestaltpsichologie, conosciuta in Italia negli anni Cinquanta ma già molto sperimentata in Germania dagli anni Trenta per opera del “Bauhaus”, la scuola tedesca nata dall’impegno dell’architetto Walter Gropius, dove artisti, design, grafici e architetti potevano sperimentare le nuove idee sul modo di comunicare che daranno il via all’arte astratta. Franco Grignani nasce a Milano nel 1908 ed è uno dei primi a perimentare le ricerche sulla percezione visiva. Dopo le sue brevi incursioni nello studio dell’arte futurista che è la paladina della grande rivoluzione artistica italiana e che attraverso i suoi autori mette in scena lo spettacolo della velocità rompendo gli schemi con quello che erano le linee guida del concetto di immagine fissa e in movimento, studia l’arte cinetica, e la sua opera diverrà parte di quel movimento internazionale chiamato Optical art, che studia in modo rigoroso il nostro modo di osservare. Infatti quello di cui si occupano gli artisti optical è lo studio rigoroso della nostra percezione visiva, di cui vengono analizzati gli aspetti psicologici e fisici. Questi artisti così attenti alle leggi fisiche e matematiche mettono in scena lo spettacolo della nostra possibilità di vedere non solo con gli occhi ma anche con la mente. Nella mostra, attraverso la visione dei grandi pannelli di Franco Grignani possiamo anche divertirci, muoverci, e capire che data una forma geometrica ne nasce un’altra perché è il nostro occhio che interpreta, scruta e annota altre possibilità. A questo proposito l’artista pavese dice che l’immagine raggiunge la sua dinamica unità per mezzo di vari livelli di integrazione: tensione, ritmo, e armonia matematica. La figura di Grignani è comunque conosciuta al grande pubblico per la sua attività di grafico e pubblicitario. Il suo lavoro più noto è il marchio Pura Lana Vergine da lui creato nel 1964. Per il suo modo eclettico di lavorare e di esprimersi viene riconosciuto a livello internazionale e nel 1959 riceve la Palma d’Oro della Pubblicità, la medaglia d’oro della Triennale di Milano e nel 1972 il Premio della Biennale di Venezia. Muore a Milano nel 1999, ma le sue opere continuano ad essere esposte e ammirate nei musei di tutto il mondo. Un ampio catalogo bilingue (italiano/inglese) seguirà la cronologia della mostra dando ampio rilievo ad ogni fase creativa di Grignani. Dai primi anni del suo lavoro nel 1929 sino alla data della sua scomparsa. Un importante saggio del Prof. Giovanni Anceschi ed un ricordo dell’amico Gillo Dorfless accompagneranno la fortuna critica del volume.

Info: Galleria Gruppo Credito Valtellinese
corso Magenta 59 – Milano

dal 23 gennaio - 15 marzo 2014

da lunedì a venerdì 10.00 - 19.30
sabato 10.00 - 18.00

Ingresso libero


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.