Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Torino "i Cugini" 5 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Derby d’Italia: ci vuole coraggio!

Rapporti tesi e ambiente furente. Mazzarri è pronto a rischiare il tutto per tutto

Emanuele Tramacere                    Arriva il derby d’Italia, la partita delle partite, quella che tutti i tifosi, a prescindere da come finirà la stagione, segnano sul calendario con la matita rossa perché è la gara che nessuno vuole perdersi, ma soprattutto che nessuno vuole perdere. Juventus-Inter non è mai una sfida banale, capace di dare o togliere lo slancio necessario al proseguo di una stagione, capace di far emergere al ruolo di eroe colui che la decide o di far crollare negli inferi il malcapitato colpevole di una sconfitta. Se a queste premesse, inoltre, si aggiunge il fatto che in questo particolarissimo mercato di riparazione, Inter e Juventus siano arrivate così vicine a stringersi la mano, tanto da far esplodere una contestazione ed un caos su scala nazionale da parte dell’intera tifoseria interista si può ben immaginare come il clima che si respira ad Appiano Gentile in vista di questo incontro sia tutt’altro che idilliaco. Una situazione di classifica che va sempre più peggiorando, un deficit in zona gol ed una lentezza nel proporre le proprie manovre offensive che preoccupa un maestro delle ripartenze e della concretezza come Walter Mazzarri e, infine, la scarsa capacità di reazione di fronte alle difficoltà hanno costretto il tecnico toscano a variare i propri programmi di allenamento, a considerare l’opportunità di un cambio radicale nelle proprie convinzioni tattiche e rivalutare al 100% il successo dei propri approcci psicologici nei confronti della squadra. Per fortuna, a questo punto, arriva la Juventus, una squadra che seppur priva del proprio portiere titolare è in grado di rigenerare lo spirito agonistico di qualunque calciatore. Conte potrà contare sulla formazione tipo, ad eccezione dello squalificato Buffon e su una cerniera di centrocampo in grado, grazie alle prestazioni di Vidal e Pogba, di spostare da sola gli equilibri di un incontro che vede i bianconeri altamente favoriti. Proprio a centrocampo, per Walter Mazzarri arriva la sfida più grande da affrontare nelle più importanti fra le partite stagionali. Per la prima volta da inizio stagione, infatti, l’allenatore di San Vincenzo dovrà fare a meno dell’unico uomo sceso in campo sempre in tutti gli incontro stagionali. Esteban Cambiasso ha subito un infortunio alla coscia che lo terrà a lungo lontano dai giochi e dal sostituto del capitano nerazzurro si capirà quanto Mazzarri abbia scelto di cambiare e di rischiare per il proprio futuro. Due le possibili soluzioni: la scelta della continuità con il passato, inserendo Javier Zanetti nel ruolo di incontrista oppure un netto distacco, con lo schieramento nel suo ruolo naturale, quello di regista basso, di Mateo Kovacic dal primo minuto. Due scelte opposte, ma che potranno far capire quanto il tecnico toscano abbia preso in mano la situazione. Contro la Juventus, infatti, non è vietato sbagliare; è vietato perdere senza il coraggio di rischiare.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.