Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Sassuolo "intervista a Massimo Caputi"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Massimo Caputi Mundi

“Hernanes non basta. Serve molto di più all'Inter”

Riccardo Sada                 Responsabile dello sport del Messaggero dallo scorso agosto e soprattutto principale opinionista sportivo in forza delle 12 stagioni di militanza a “Quelli che... il calcio”, Massimo Caputi ha parlato con Stadio5 di campionato e della sua esperienza in tivù.

Massimo, inutile dire chi sia la favorita di questa stagione

“La Juventus è una squadra fortissima, costruita in modo intelligente, ha un grande allenatore e dopo anni di sacrifici mi sembra logico che raccolga così tanto. Conte sta facendo uno splendido lavoro. E alla lunga, oggi c'è un grande divario tra sé e le altre. Senza contare poi che giocare in uno stadio come quello conta davvero tanto”.

La minicrisi del Napoli, come la valuti?

“Dopo una crescita costante, la piazza (partenopea) aspettava da tempo di divenire una rivale della Juve. Ma la Juve alla fine ha vanificato il lavoro di tutti. Dopo Mazzarri, il Napoli avrebbe pagato lo scotto. Ci sono delle responsabilità. La società ha investito molto negli elementi d'attacco. Ma il centrocampo? Anche i difensori non sono all'altezza. In Italia poi il Napoli gioca male, non ha una compagine adatta al campionato bensì vicina allo stile delle competizioni europee”.

Cosa pensi di Osvaldo?

“È un gran giocatore: con la cura di Conte, con la giusta disciplina, il corretto rigore, farà bene”.

E il Milan?

“C'è stato un depauperamento della squadra. Il Diavolo è crollato sul piano tecnico: il dna e la maglia imporrebbero altro. Insomma, si e abbassato il livello tecnico dei singoli”.

E l'Inter di Thoihr?

“Qui siamo fermi al 'triplete'. Dopo la partenza di Mourinho la società avrebbe dovuto vendere i giocatori più importanti e fare cassa. Hernanes è un acquisto di livello ma non basta: ne servono almeno tre di giocatori così all'Inter per fare bene”.

Si parla tanto di Berardi del Sassuolo

“È un talento su cui puntare, è uno che va seguito, è della Juve e quando la Vecchia Signora se lo riprenderà, farà una grande cosa. Berardi è un ottimo giocatore anche per Prandelli. Pochi in Italia sono dotati come lui”.

Parliamo di tivù. E di “Quelli che... il calcio”. Come ti trovi con Nicola Savino?

“Lo conoscevo da tempo. Questa edizione è divertente e corale, Nicola poi è uno che ascolta molto. Qui si fa gioco di squadra. Anche con la Ventura era così. Sono tre ore di diretta, c'è una scaletta da rispettare ma è l'improvvisazione a fare la differenza. Durante la settimana gli autori non si fermano, hanno grandi idee. É tornato anche il regista Paolo Beldì”.

Cosa pensi della radio di oggi? Savino arriva da lì.

“È il mezzo più antico e nello stesso tempo attuale, oggi, ed è più difficile da fare rispetto alla tivù. In radio devi catturare l'attenzione dell'ascoltatore con le parole”.

Chi è Massimo Caputi

Nato a Roma il 5 dicembre del 1961, Massimo Caputi ha iniziato la propria carriera giornalistica nell'84 collaborando le emittenti romane Teleregione, GBR e Teletevere. Giornalista, conduttore televisivo e telecronista sportivo italiano, nell'87 passa a Telemontecarlo dove conduce Galagoal. Nel 2001 si licenzia da La7 e si trasferisce in Rai per la trasmissione “Quelli che... il calcio”. Ha fatto anche l'inviato per la terza edizione de “L'Isola dei Famosi”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.