Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Sassuolo "Palla all'Onorevole" 6 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

       Lara Comi intervista Mario Lucini, sindaco di Como

“L’ Inter ha solo un problema di testa, col Profeta centreremo l’Europa League”

Il caso Vucinic un cedimento alla piazza ma meglio l’arrivo di Hernanes. Con la giustizia sportiva non abbiamo debiti, solo crediti

 Si diventa interisti perché Como sta a pochi passi da Appiano Gentile?

“No, per tradizione di famiglia. Sono un convinto tifoso nerazzurro, anche se non vado allo stadio tutte le domeniche e vivo la passione più serenamente rispetto a qualche anno fa. Da bambino, grazie alla Grande Inter, sono stato  più fortunato dei miei figli che invece hanno avuto solo delusioni. Ma ci siamo rifatti col Triplete”.

Cosa ha detto il match con la Juve?

“Che c’è molta differenza in termini di valori di squadra. Il rendimento è preoccupante. L’Inter non è eccezionale, si sa, ma all’inizio della stagione si erano visti promettenti indicazioni di ripresa. Oggi invece ci sono evidenti segnali di cedimento, soprattutto mentale, che ricordano il recente passato”.

Si è chiuso il mercato con alcune novità importanti a cominciare da Hernanes.  Come giudica le operazioni?

“Io sono soddisfatto dei due acquisti, Hernanes e D’Ambrosio. Hernanes è molto valido. Giudicheremo in seguito se sia stato pagato troppo”

L’acquisto del Profeta e il no a Vucinic è una cessione alla piazza?

“Sì, in effetti il caso Vucinic-Guarin è stato un cedimento alla piazza. Ma io sono più contento che si sia concretizzato l’affare Hernanes”.

Milito, Icardi e Alvarez hanno fatto insieme meno gol di Berardi del Sassuolo. Non era più utile comprare un attaccante da affiancare a Palacio?

“È vero, ma bisogna anche dire che Milito e Icardi hanno giocato pochissimo. La questione degli attaccanti dipende dalla capacità di recupero di questi due. Se si hanno troppe punte, poi, può determinarsi un problema di gestione. E fino a qualche mese fa i gol, con Palacio, comunque arrivavano”.

Il modulo di Mazzarri non prevede mezze punte e la società gliene ha messo a disposizione tre, Kovacic, Alvarez e Hernandez. Il tecnico deve cambiare schema?

“Kovacic a mio parere non è propriamente una mezza punta. E Hernanes può tranquillamente giocare insieme con Alvarez”.

Dopo gli interventi sul mercato Thohir deve attuare un rinnovamento anche nella dirigenza?

“Quando si cambia il vertice è normale che ci possa essere anche un rinnovamento a livello dirigenziale. È possibile che accada”.

L’Inter non ha ancora avuto un rigore a favore e ne ha subiti 4 contro, la peggiore media del campionato. C’è qualche relazione col fatto che la proprietà sia lontana?

“No, non credo. Anche perché parte di questo record è arrivato quando la proprietà era ancora di Moratti. L’Inter, comunque, con la giustizia sportiva non ha debiti, semmai ha crediti”.

L’obiettivo Europa League è ancora possibile?

“Sì, ne sono convinto.  Stiamo solo attraversando una fase di appannamento fisico e qualcosa si è anche inceppato a livello di testa”.

Al «Meazza» arriva il Sassuolo, in caso di caso di flop Mazzarri  dovrebbe lasciare?

“Non ci voglio nemmeno pensare. L’Inter deve assolutamente vincere questa partita. Non se ne può più di pareggi”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.