Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Atletico Madrid "la Partita di Andrea Anelli" 8 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Chiodo fisso

Il Milan, la Champions e il DNA europeo

Andrea Anelli         Finalmente ci siamo. San Siro torna ad ospitare una partita di livello e il Milan non vede l’ora di tuffarsi in questa atmosfera, in questa dimensione che pare essere un mondo a parte, una sorta di vita parallela. I rossoneri sono in crisi di punti (in campionato), di gioco e di uomini mentre gli spagnoli difficilmente potrebbero stare meglio. Sono, a detta di tutti, la squadra rivelazione del palcoscenico europeo, guidano la Liga spagnola con Barcellona e Real, mettono in mostra un gioco dinamico, divertente e stanno sfruttando l’entusiasmo di un gruppo che forse non pensava di poter essere così avanti a questo punto della stagione. Insomma due punti di partenza diversi, due pianeti diversi, eppure i rossoneri in Europa si trasformano, sono capaci di tutto. Ricordate l’ultima Champions League vinta dal Milan? Stagione post Calciopoli con distacco siderale in campionato e girone di qualificazione da brividi, poi la trasformazione inaspettata. Certo ora come allora nessuno si aspetta l’impresa ma quest’anno le difficoltà sono forse maggiori rispetto a sette anni fa. Clarence Seedorf  muove i primi passi da allenatore e nello specifico, in Champions League, è all’esordio  nonostante si possa fregiare di un poker di vittorie con tre maglie diverse, ma sempre da giocatore. Le stelle di questa squadra sono in un periodo difficile, praticamente tutte. Balotelli non convince ormai da parecchie gare, nonostante la grande giocata da tre punti contro il Bologna. Ricardo Kakà,  dopo un inizio di stagione da applausi, sta passando un periodo di stanca abbastanza prevedibile. Montolivo non è lo stesso regista della passata stagione, quello che da solo ha tenuto in piedi il centrocampo. El Shaarawy è abbonato all’infermeria e alla iella, così le note positive arrivano dal mercato di gennaio, in particolare nelle figure di Rami e Taarabt. Il centrale francese sta dando cattiveria agonistica che finora aveva trovato nel solo De Jong un valido portavoce, ma anche più attenzione e centimetri che non guastano mai. Il talento marocchino ha saltato più uomini in due partite che non Robinho negli ultimi due anni, inevitabilmente sarà titolare e, senza troppi fari puntati, potrebbe anche risultare l’uomo della provvidenza. Il tecnico olandese deve fare i conti anche con acciacchi e squalifiche che coinvolgono un buon nugolo di giocatori oltre alle inevitabili voci sugli esclusi che avrebbero potuto essere molto utili. Certamente out Montolivo e Muntari per squalifica, El Shaarawy, Birsa, Robinho e Cristante per infortunio, Saponara e Honda non in lista (il giapponese ha giocato il girone con il CSKA). Sono in dubbio anche Kakà e Zapata, per loro si deciderà solo all’ultimo. L’unico veramente in forma, in questo quadro sportivamente drammatico, pare essere Pazzini, il quale, però, difficilmente partirà dall’inizio. Un rompicapo che si districherà solo con il fischio d’inizio e a quel punto vedremo se il famoso DNA si farà sentire aiutando i rossoneri a scrivere un’altra imprese europea.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.