Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Cagliari "Spettacolo intervista Vip" 9 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Antignozzi: “Totti segna meno, ma è sempre il leader della Roma”

Luca De Franco

Calciatrice di buon livello, ora gioca in Serie D nella squadra che ella stessa ha fondato

“Centrocampista centrale puro, adattabile in più ruoli” così si autodefinisce Roberta Antignozzi sul proprio sito web. Nata a Roma il 10 ottobre 1983, Roberta ha iniziato a giocare a calcio quando aveva sei anni e nel corso della sua carriera ha vinto uno scudetto Under 20 con la Ruco Line Lazio (allenata da Patrizia Panico), poi un campionato di Serie A (sempre con la compagine laziale), ha ottenuto una promozione in Serie A2 (con la Res Roma) e una in Serie A (con l’Inter, una società non collegata a quella presieduta da Erick Thohir). Nel luglio 2013 ha fondato l’Asd Dreamers che gioca in Serie D. Insomma, Roberta è la persona giusta con cui parlare di calcio. 

Crede che la Roma possa recuperare punti e insidiare la Juventus?

“Il campionato non è chiuso fino a quando la Juve non avrà la certezza matematica di averlo vinto. Credo che la Roma recupererà parecchi punti perché non gioca le coppe ed ha un organico tanto forte quanto quello della Juve. La differenza fra le due squadre è data dall’esperienza: i giocatori della Juve sono insieme da tre anni e sempre con Antonio Conte (che è un motivatore straordinario), mentre quelli della Roma giocano insieme da quest’anno ed anche l’allenatore è alla sua prima esperienza di lavoro in Italia. La Roma va tanto forte perché i dirigenti hanno azzeccato gli acquisti: Mehdi Benatia, Kevin Strootman e l’ivoriano Gervinho sono veramente bravi e spesso fanno la differenza. Mattia Destro è al suo secondo anno in giallorosso e migliora ad ogni partita. Quando la Roma ha ceduto Pablo Daniel Osvaldo ed Erik Lamela (che nel campionato 2012-2013 avevano segnato rispettivamente 16 e 15 gol), in molti hanno storto il naso. Invece, la Roma ha guadagnato tanti soldi ed ingaggiato dei degni sostituti”.  

Nella Roma segnano in tanti. Francesco Totti, invece, non segna come in passato. E’ ancora lui il leader?

“Senza dubbio. A Totti basta entrare in campo per dare la carica ai compagni di squadra. E’ un punto di riferimento. I compagni sanno che gli basta toccare la palla due volte per fare due assist. Totti segna meno rispetto al passato perché gioca meno minuti. A 37 anni non potrebbe giocare tanto spesso come faceva a 27. E’ bravissimo Rudy Garcia a gestirlo in modo che sia sempre determinante”.

Ci parli della squadra che ha fondato. 

“Le Dreamers sono più di una squadra di calcio, sono un progetto per aiutare delle ragazze a diventare donne. Giochiamo nella Serie D della Lombardia in cui possono giocare ragazze dai 14 anni in su. Io sono la più vecchia, le altre sono adolescenti che vengono al centro sportivo di Cornaredo (vicino Milano) grazie al nostro servizio navetta, fanno i compiti con l’aiuto di un insegnante e poi si allenano. Chi non va bene a scuola si allena ma non gioca in campionato. I genitori delle ragazze sono molto contenti perché sanno che le loro figlie sono in un luogo sicuro, studiano e fanno sport. Mi hanno aiutata a realizzare il progetto Alessandro Curioni e Luca Russo”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.