Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Cagliari "Europa League" 9 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

JUVE A FATICA, FIORENTINA COL TURBO, POCO NAPOLI, ADDIO LAZIO

Marjlja Bisceglia           La più bella e convincente è stata la Fiorentina. Le altre, cioè la Juventus e il Napoli così così. La Lazio crolla con i bulgari e l’Europa League per Reja diventa un incubo. Ma andiamo con ordine: I ragazzi di Montella trascorrono una bella serata in Danimarca battendo per 1-3 l’Esbjerg che è riuscito solo a fare il solletico ai toscani in occasione del momentaneo pareggio arrivato dopo la rete d’apertura siglata da Matri bravo nell’infilare a fil di palo un assist di Mati e battere Dubravka. Per il resto la gara per i viola è filata liscia, soprattutto dopo il gol di Ilicic al quarto d’ora al quale ha fatto seguito il rigore trasformato da Aquilani allo scadere del primo tempo. La ripresa è stata giocata al risparmio perché Montella pensava già all’impegno di campionato col Parma. Una faticaccia invece per la Juventus con i turchi del Trazbonspor che hanno tenuto duro fino alla fine dopo il gol iniziale di Osvaldo. A tranquillizzare Conte è stato Pogba in pieno recupero. Ma quanta paura perché al Trabzonspor sull’1-0 è stata negata una rete regolare di Olcan. Un bel errore per l’arbitro bielorusso Kulbakov. A Trebisonda giovedì sarà sicuramente dura per Pirlo e compagni. Fischi e sberleffi al Napoli in Galles col Swansea. I partenopei si salvano grazie alle parate di Gabriel e Reina, quest’ultimo entrato nella ripresa a sostituire il brasiliano infortunato. Il match finisce zero a zero con un bel sospirone di sollievo per Benitez. Crolla clamorosamente all’Olimpico la Lazio con i bulgari del Ludogorets, formazione imbattuta in Europa League. I bulgari prima sbagliano un rigore con Dyakov che calcia verso Berisha col cucchiaio poi vanno a segno sul finire del primo tempo con una sassata di Bezjak da trenta metri. Ora la Lazio dovrà vincere a Sofia. Nelle altre partite dei sedicesimi, tonfo casalingo dell’Ajax con il Salisburgo che va in gol tre volte e del Benfica a Salonicco col Paok mentre il Tottenham cade a Dnipro. Valencia corsaro a Nicosia con la Dinamo Kiev e pareggio del Basilea a Tel Aviv con il Maccabi. Quando il muro argentino è stato in grado di vestire la maglia titolare dell’Inter la squadra non solo non ha mai perso, ma è anche riuscita a mantenere la porta imbattuta per 4 su 5 occasioni con il gol di Cuadrado, complice la papera di Handanovic, a sporcare questa straordinaria statistica. Mazzarri si affiderà ancora a lui per guidare la squadra contro il Cagliari che, come dimostrato in stagione, soffre la fisicità e l’aggressività dei difensori avversari. Con un gioco, un’identità di squadra, l’ossatura portante e, soprattutto, la grande qualità del proprio centrocampo ritrovate sul campo di Firenze, Walter Mazzarri è chiamato a confermare quanto di buono ottenuto nelle ultime due sfide di campionato. Vincere contro il Cagliari riaprirebbe prospettive ed obiettivi inimmaginabili soltanto tre settimane fa. Con un occhio alla Roma e a quell’Olimpico che si prospetta deserto a cui riservare il titolo di ‘gara della svolta’.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.