Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Parma "F1" 12 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

PAURA E DELIRIO A MELBOURNE

Al via il GP d'Australia fra i timori delle scuderie

Debora Cheli      Il giorno G è arrivato, il primo verdetto della stagione è stato emesso questa mattina sul tracciato dell'Albert Park. In pochi comunque hanno accolto con gioia il GP d'apertura, sopratutto i team motorizzati Renault e in particolare la Red Bull. Le deludenti performance durante i test, nonchè l'omologazione «forzata» del power unit il 28 febbraio, assieme agli altri motoristi, hanno fatto si che la casa produttrice francese arrivasse a Melbourne col fiatone e una gran paura di fare pessima figura. Pochi i giri accumulati in pista sia in Spagna che in Bahrain, troppi i ritardi e le magagne che hanno funestato i V6 transalpini. Da qui la richiesta, poi respinta con l'intervento della Mercedes, di una proroga sulla consegna della versione definitiva dei nuovi propulsori. Ora che i conti, almeno per quest'anno, sono chiusi, non resta che vedere cosa succederà all'interno del team austriaco, come e quanto Newey sarà disposto a modificare la sua RB10 affinchè migliori l'affidabilità. Perché è questa la preoccupazione numero uno di tutte le squadre: concludere indenni la corsa e possibilmente a punti. Nessuna scuderia, nemmeno la favorita Mercedes o la sorpresa Williams, ha osato sbilanciarsi in pronostici. Anzi, il team di Hamilton e Rosberg ha «volato basso», auspicando per i suoi piloti un arrivo al traguardo. In casa McLaren, per la quale ha parlato lo storico (e ritrovato) patron Ron Dennis, c'è aria di ottimismo grazie allo sblocco di nuovi fondi: il budget delle Frecce d'argento di quest'anno è il più alto della storia della scuderia di Woking. Fra le tante incognite che accompagnano l'avvio del Mondiale, una delle poche certezze è che vedremo delle gare completamente differenti rispetto agli anni passati e lo dice anche Alonso: «Il sabato e la domenica saranno molto diversi fra loro- ha spiegato l'asturiano-. Al sabato si potrà sfruttare al massimo il potenziale della vettura, portando all’estremo il power unit alla ricerca della prestazione assoluta, mentre la domenica bisognerà calcolare, sopratutto nei giri finali dei GP, il livello del carburante e lo stato delle batterie e delle gomme. Le strategie di gara saranno fondamentali in questa stagione». Molto cauto anche l'altro ferrarista, il quale ha già vinto in Australia lo scorso anno, ma anche nel suo primo Gran Premio in assoluto con la monoposto del Cavallino nel lontano 2007. Raikkonen ha ricordato con piacere quell'avvenimento, poi ha voluto tornare con i piedi per terra. «Non è mai stata una mia abitudine azzardare previsioni, e quest’anno me ne guardo a maggior ragione -ha dichiarato sul sito Ferrari.com-. Andiamo in Australia con vetture completamente nuove, secondo me il campo è molto aperto, può succedere qualunque cosa. A Maranello abbiamo lavorato molto, la F14 T sembra una buona macchina, ma sarà la pista a dire chi è più veloce”.  


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.